Consiglio di Stato su sacchetti monouso: il parere di Federdistribuzione

Sacchetti bio
Federdistribuzione e Coop esprimono perplessità sulla recente decisione del Consiglio di Stato e propongono soluzioni alternative

Nessun obbligo sui sacchetti monouso nei supermercati, si possono portare da casa. Sul parere del Consiglio di Stato che decide di rendere possibile l’utilizzo di sacchetti per l’acquisto di ortofrutta autonomamente reperiti dal consumatore, purché idonei a preservare l’integrità della merce e rispondenti alle caratteristiche di legge, si esprimono Federdistribuzione e Coop.

Secondo Federdistribuzione: “l’applicazione di questa norma, per come definita al momento, appare di grande complessità. L’attribuzione della responsabilità ultima all’esercente sul suo rispetto richiede l’introduzione di processi specifici nell’organizzazione dei punti di vendita, con il rischio di peggiorare il servizio ai clienti, costretti a sottoporsi a nuove procedure di verifica dell’idoneità dei loro sacchetti”. E aggiunge: “Di rilevanza anche il tema “della tara”, le bilance nei supermercati sono impostate con una tara predisposta sul peso dei sacchetti ultraleggeri a disposizione dei clienti nel punto di vendita. Riteniamo necessario procedere a una semplificazione dell’impianto della norma, che ne consenta un’applicazione negli store senza un aggravio di procedure per gli esercenti e senza disagi per i consumatori. In questo senso riteniamo che la possibilità di mettere a disposizione dei clienti i sacchetti ultraleggeri senza alcun costo possa rappresentare una valida soluzione.

Chiediamo al Governo l’apertura di un confronto per rimettere ordine complessivamente alla materia e in particolare per prendere in considerazione alternative che rispettino i criteri, del tutto condivisibili, di rispetto dell’ambiente”. Coop sottolinea: “Non sarà efficace finché non sarà emanato una disposizione ufficiale da parte degli organi preposti come il Ministero della Salute”. E auspica dunque che “vengano interpellate le associazioni della distribuzione per evitare che le norme diventino ancora più complicate delle attuali, di difficile applicazione per i consumatori e per gli operatori dei punti di vendita”.

Per quanto riguarda i provvedimenti Coop propone di “autorizzare le aziende a fornire gratuitamente sacchetti ultraleggeri compostabili per i consumatori” e si dice interessata “a favorire l’utilizzo di strumenti diversi dai sacchetti monouso e quindi a sperimentare l’utilizzo di borse riutilizzabili che possono produrre un ulteriore vantaggio per l’ambiente”.

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteAsdomar: un concorso insieme a Lavazza
Articolo successivoMielizia con Fondazione Fico per parlare di cibo e benessere
Vivo e lavoro in Sicilia, terra di spiazzanti contrasti e di straordinarie virtù. La cronaca mi ha battezzato, il retail mi ha conquistato. Seguo l’evoluzione e lo sviluppo delle insegne food e non food sul territorio. Amo libri, teatro e cinema in egual misura. E scrivo per lavoro e per passione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome