Contatto con i target group che esula dal sapore dolce della bevanda

Beverage Energy drink –

Grazie a un’efficace operazione
di marketing delle case produttrici,
gli energy drink si sono
presto diffusi tra il pubblico di
consumatori: il packaging a lattina
e la pubblicità aggressiva
hanno avvicinato la percezione
del prodotto a quella delle comuni
bevande gassate. Il drink è funzionale
a differenti situazioni di affaticamento
fisico/mentale e per
questo la distribuzione del prodotto
è multicanale: bar, palestre,
discoteche, autogrill e supermercati
vendono lo stesso tipo di
bevanda ma per molteplici occasioni
di consumo.

Il target group maggiormente
coinvolto è quello dei giovani, che
amano bere le bibite energetiche
durante la serata sia prima
di uscire sia in discoteca con gli
amici. Sono sempre più diffusi i
cocktail a base di energy drink,
anche perché i componenti del
prodotto possono contrastare
alcuni degli effetti lenitivi dell’alcol.
Spesso chi beve queste bibite
è più spinto dall’esigenza di ricaricarsi
immediatamente che dal
reale desiderio di assaporare il
tipico gusto dolciastro.

Gli studenti per affrontare gli
intensi momenti di studio, per
esempio, lo consumano regolarmente,
proprio come se fosse
un caffè (“Quando sono sotto
esame, soprattutto quando fa

caldo, ne bevo praticamente una
al giorno!”). Ancora, l’energy drink
è funzionale a chi passa molto del
proprio tempo in macchina alla
guida, o si trova costretto a guidare
di sera nonostante la stanchezza.
In questi momenti sorseggiare
una Red Bull o masticare un
chewing-gum Burn può aiutare a
restare svegli (“…non li acquisto
al supermercato, ma solo in autogrill
quando ho sonno…”). C’è poi il
consumatore che per essere più in
forma beve una lattina di energy
drink prima dell’allenamento sportivo
(“Io lo bevo sempre prima dell’ora
di spinning…”).

Esiste anche la categoria dei
“non users”, che si dividono in
chi semplicemente non apprezza
il sapore, chi rimane scettico
rispetto alle rinomate qualità
energizzanti della bevanda, convinti
che si tratti più di un effetto
placebo (“Volete sapere l’effetto
che ha avuto? Nessuno!”), e chi si
allarma per i potenziali effetti collaterali.
Alcuni medici e associazioni
farmacologiche mettono in
guardia dal consumo degli energy
drink, che potrebbero provocare
un incremento della pressione e
del battito cardiaco se assunti in
dosi consistenti e illudere di non
perdere la lucidità, se accompagnati
all’alcol.

  Come e da chi vengono bevuti gli energy drink?  
  L’analisi di marketing illustrata è qualitativa, quindi non è statisticamente rappresentativa dell’universo complessivo. Sono state condotte 7 interviste in profondità, per esplorare le modalità di consumo degli energy drink . Inoltre sono stati analizzati i contenuti di blog e forum su internet per indagare l’approvazione o disapprovazione che il prodotto raccoglie.

GIOVANI COOL
: in discoteca o al bar, mescolati con alcolici/superalcolici
STUDENTI/LAVORATORI: per non perdere la concentrazione durante lo studio/lavoro
AUTISTI/VIAGGIATORI: per evitare i colpi di sonno in macchina
SPORTIVI: prima dell’allenamento sportivo
 
 
Consumers
 
 

Per quanto mi riguarda la Red Bull è “carburante per razzi”, non la bevo quando ne ho voglia, la bevo quando ho bisogno di un energy drink che mi tenga sveglio per delle ore.

[Il Blog del Digital Paladin]

Il mio parere su Burn è abbastanza buono perché oltre a tenerti sveglio ti dà una sensazione di energia e di carica.

[Croccodillo]

Anche io confermo… quelle gomme me le ha consigliate una ragazza e le ho provate… le Burn e sono davvero elettrizzanti... Da gustare!

[Lolita 72_gc]

...è passata circa 1 ora e mezza dall'assunzione della bevanda e la spossatezza per la corsa inizia a sparire, inizio a sentirmi più carico e tonico (non pensate chissà che, solo che mi sarei dovuto sentire molto + spossato normalmente) e porto a termine a pieno e molto positivamente il mio allenamento.

[Alessandro il grande]

Dopo aver lavorato di notte e staccato alle 7, armato delle mie cinque Red Bull mi sono messo alla guida da Milano alla volta di Roma.

[rei]

 
 
Non consumers
 
 

Io no... la Red Bull l'ho vietata anche al mio ragazzo... no davvero, ho letto cose assurde su questa bevanda...

[gioia86]


La Burn ha molto zucchero e molta caffeina quindi se si esagera fa sicuramente male... poi io non l'ho mai provata, ma sicuramente preferisco farmi una tazzina di caffè piuttosto che bermi quel coso lì...

[m4r1

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here