Continua la crescita dei generici equivalenti

Il segmento segna il +6,7% a volume ed il +12% a valore, a fronte di un mercato farmaceutico complessivo dall’andamento piuttosto flat (+ 1,5% in quantità e -0,8% nel fatturato)

Trend di sviluppo positivo per il mercato dei farmaci equivalenti nei primi 3 mesi del del 2018. Il report trimestrale del Centro Studi Assogenerici su dati Iqvia evidenzia un  aumento del 6,7% a volume e del 12% a valore, a fronte di un mercato farmaceutico complessivo che segna un +1,5% a unità ed un –0,8% nel fatturato. A stimolare la crescita dei generici, l’ingresso sul mercato di nuovi farmaci equivalenti, a seguito delle scadenze brevettuali registratesi nella seconda metà del 2017.

 

 

Il segmento dei generici equivalenti vale circa 1,8 miliardi in prezzi ex factory, assorbendo il 17% del mercato farmaceutico nazionale, pari a circa 10,5 miliardi di euro. A fare la parte del leone sono i generici in classe A, per un giro d’affari di 1,4 miliardi, pari al 79% della spesa per farmaci generici. Sul totale mercato del canale farmacia, i generici realizzano comunque solo il 13% a valore, mentre i farmaci esclusivi (protetti o senza generico corrispondente) detengono il 41% ed i branded a brevetto scaduto il 46%.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome