Cushman & Wakefield e DTZ, fusione completata

La nuova Cushman & Wakefield ha completato con successo la fusione a livello globale tra Cushman & Wakefield e DTZ con la presentazione del “visual identity” e logo rinnovati. La società ha reso nota la leadership per le macro-aree geo-politiche EMEA (Europa, Medio Oriente, Africa) business guidato da John Forrester nel ruolo di Chief Executive Officer, e da Carlo Barel di Sant’Albano in qualità d Chairman.
La società che nasce dalla fusione mantiene dunque la denominazione ormai storicamente consolidata di Cushman & Wakefield, brand che identificherà una delle principali società mondiali nei servizi consulenziali in ambito immobiliare. Potenziando la struttura con la sinergia degli staff il nuovo soggetto si presenta al mercato con ricavi complessivi di 5 miliardi di dollari, 43.000 dipendenti, immobili in gestione per oltre 400 milioni di metri quadri, e un valore in termini di transazioni pari a 191 miliardi di dollari.

“La fusione delle nostre due società ha accelerato in modo straordinario l’obiettivo comune di ampliare la nostra dimensione e i servizi offerti ai clienti a livello globale -commenta John Forrester- ed è un'ambizione che non saremmo mai stati in grado di raggiungere separatamente. Questa aumentata potenzialità ci permette di ampliare lo spettro di soluzioni nell’ambito degli immobili commerciali. Abbiamo una posizione dominante in tutte le 'foundation cities' nel mondo e siamo in grado di fornire i nostri servizi in tutti i principali mercati a livello globale”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here