Dalani: l’eCommerce è un racconto d’ispirazione

Un magazine da sfogliare prima ancora che un portale acquisti. Così gli utenti raccolgono nuove idee d’arredo e si tramutano in shopper (da Mark Up n. 253)

Gli italiani acquistano sempre di più online  anche  l’arredamento  per  la  casa.  Ad  attrarre  gli  shopper  digitali  sono l’ampia selezione di articoli, i prezzi convenienti e la rapidità delle consegne. Una delle piattaforme più note in Italia è quella del gruppo Westwing/Dalani: nata nel 2011, può contare su circa cinque milioni di iscritti e un fatturato che  sfiora  i  200  milioni  di  euro.  Margot  Zanni,  fondatrice  e  creative  director di Dalani.it, racconta come si sta evolvendo il settore, con il contributo di una  ricerca  da  poco  commissionata  a  Doxa  per  fotografare  i  comportamenti d’acquisto.

Come stanno andando le vostre attività in Italia?
In  poco  tempo  siamo  cresciuti  tanto  e  diventati  un  punto  di  riferimento  per  l’arredamento. Secondo lo studio Doxa siamo il primo sito che gli italiani ricordano pensando ai mobili. Siamo così diversi dagli altri eCommerce in Italia che non credo si possa affermare che abbiamo dei competitor.

Il mercato italiano è uguale o diverso dagli altri Paesi?
La  grande  storia  del  design,  la  qualità  del  made  in  Italy  e  l’importanza  attribuita alla casa rendono l’Italia unica. Siamo portati a informarci e valutare attentamente gli acquisti più impegnativi. Secondo  la  nostra  ricerca,  l’88%  dei  consumatori  digitali  trae  ispirazione  e  si informa sul web.

Da processo a esperienza d’acquisto: come si coniuga l’evoluzione in rete?
A differenza degli altri eCommerce, che offrono  un’esperienza  d’acquisto  a  catalogo, noi siamo uno shoppable magazine.  Un  sito  che  si  consulta  come  una rivista, con selezioni tematiche e uno spiccato storytelling. Gli utenti vengono su Dalani.it per cercare ispirazioni  più  che  per  rispondere  a  specifiche  esigenze.  Sarebbe  impossibile  visitare  un negozio di arredamento con la stessa  frequenza:  il  43%  del  campione  afferma di consultare una volta alla settimana i siti di arredamento.

L’eCommerce permette di conoscere i  clienti  ‘di  persona’:  il  web  marketing come sfrutta queste potenzialità?
Sono tanti gli strumenti che ci permettono di rimanere in contatto con i clienti. Siamo passati da una fase di attività intensa in termini di linkbuilding, Seo, Sem e Dem, in cui avevamo bisogno di farci  conoscere,  ad  una  in  cui  privilegiamo i contenuti. Inoltre, Dalani.it ha un magazine collegato, aperto anche ai non  iscritti,  in  cui  presentiamo  approfondimenti  sul  mondo  dell’arredamento,  interviste,  video  tutorial  e  articoli  sui principali trend nell’home & living.

Parliamo di loyalty ...
Il nostro dipartimento di Crm monitora il comportamento degli utenti. Cerchiamo  di  coinvolgere  chi  rimane  inattivo  per un po’, ma anche chi si approccia a Dalani.it per la prima volta. L’obiettivo è verificare il buon esito degli acquisti e  la  soddisfazione  degli  utenti  con  comunicazioni mirate, e-mail e operazioni speciali, come nel caso degli omaggi.

Pensate a una collaborazione con gli store fisici?
La  dimensione  offline  ha  potenzialità  che  ci  piacerebbe  esplorare.  Il  gruppo  ha  avviato  esperienze  in  questo  senso  in  Brasile  con  dei  temporary  store.  In  Italia siamo più concentrati sull’online, ma un giorno potremmo aprire un negozio  fisico  integrato  con  la  piattaforma digitale.

Cosa ne pensa della smaterializzazione del negozio brick & mortar?
Credo  che  l’evoluzione  della  new  economy   porterà   a   forme   ibride  sempre  più  integrate,  in  cui  offline  e  online  lavoreranno  insieme.  Nell’arredamento i negozi fisici saranno  sempre  più  showroom,  dove  vedere e toccare i prodotti, per continuare a raccogliere informazioni e a concludere gli acquisti online.

No items found

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome