Dazi Usa. Un rischioso autogol?

Le moderne economie sono interconnesse più di quanto si possa pensare. Il protezionismo può colpire anche chi lo attua

E' di ieri la notizia che ha fatto tremare i polsi a molti imprenditori Italiani! Fatta uscire dal WSG, raccontava della volontà del governo USA di aumentare i dazi verso i prodotti europei al 100%, quindi anche quelli Italiani. È del tutto evidente che un operazione di questo tipo (tra l'altro trapelata da fonti ignote ma che rimbalza su tutti i media mondiali), non giovi a nessuno, se non all'ego di chi ha voglia destabilizzare i mercati, di spaventare eventuali controparti in negoziazioni in atto, ed in men che non si dica, tornare indietro di 100 anni.

Abbiamo ampiamente analizzato quanto vale nella nostra economia l'esportazione dei prodotti della nostra industria alimentare in Usa: circa 40 miliardi di euro. Mi pongo e vi pongo poche domande. Abbiamo mai analizzato, il quanto, questa esportazione Italiana valga in termini di business in Usa? Abbiamo mai analizzato il riflesso in termini di valore aggiunto che provoca la nostra esportazione di generi alimentari in Usa? Quanti posti di lavoro genera? Quante società di importazione e distribuzione coinvolga? Quanti migliaia di ristoranti italiani in tutta America, da luogo ad esistere? Ecco, poche domande che se è vero come si dice, (ho i miei dubbi), che TRUMP voglia proteggere la sua economia interna, un aumento dei dazi “punitivo”, sarebbe essenziale porsi, per evitare clamorosi autogol!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here