Diversity: top aziende europee, per l’Italia al vertice c’è Chiesi Farmaceutici

Nella classifica del Financial Times la realtà farmaceutica emiliana è 68°, seguita da Ferrero (71°), ma il nostro Paese occupa solo 8 posizioni

Medaglia d'oro per diversity e inclusione in azienda a Booking.com, seguito da Colgate-Palmolive e Willmott Dixon. Questo il podio delle 700 realtà europee secondo la classifica “Diversity Leaders Award” 2020 stilata dal Financial Times.

 

 

Nel ranking l'Italia compare solo con 8 aziende, tra le quali svetta al primo posto il settore farmaceutico con Chiesi (68° posizione in Europa) seguita da Ferrero (71°), Pirelli (85); Engineering (119); Generali (269); Autogrill (422); Eni (606); Leonardo (651).

L’obiettivo del premio è identificare e valorizzare le aziende leader in termini di politiche e azioni volte a sensibilizzare sulla diversity come valore imprescindibile. Il promotore “Financial Times”, insieme alla società tedesca di ricerche di mercato Statista, da aprile ad agosto 2019 ha intervistato oltre 80 mila dipendenti di aziende con un minimo di 250 dipendenti in 10 Paesi europei (Austria, Belgio, Francia, Germania, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Svezia, Svizzera e Regno Unito).

Qui la classifica completa e ulteriori informazioni sulla metodologia di ricerca.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome