Dws-Barberino Designer Outlet, acquisizione positiva per l’Italia

Il fondo d'investimento internazionale tedesco Dws ha appena acquisito Barberino Designer Outlet, vicino a Firenze: un'operazione che ridà tono alla fiducia e al sentiment degli investitori sull'Italia

L'operazione era nell'aria già da tempo (se ne parlava fra gli addetti ai lavori da almeno un anno). Dws (Gruppo Deutsche Bank) ha acquisito, per conto di uno dei suoi fondi real estate, Barberino Designer Outlet, il villaggio outlet a Barberino del Mugello, vicino a Firenze, uno dei più noti e apprezzati della scuderia di McArthurGlen che manterrà la gestione di questo centro.

Insieme a Valdichiana Outlet Village, Barberino Designer Outlet è la struttura retail, basata sul concetto degli outlet store, più grande della Toscana. A cedere l'outlet di Barberino (una destinazione che registra annualmente 2,7 milioni di visite, con 120 unità commerciali fra negozi e locali), è stato European Outlet Mall Fund (Eomf), gestito da Nuveen Real Estate, una delle principali società attive nella gestione di investimenti immobiliari a livello globale, acquisita pochi anni fa da Tiaa, un colosso nella gestione degli investimenti per conto dei fondi pensioni americani.

Barberino Designer Outlet posizionato tra Firenze e Bologna, lungo l’autostrada A1, caratterizzato da una struttura architettonica ispirata alla regione in cui sorge, è un centro outlet di richiamo con struttura principale che copre una superficie di circa 27.000 mq per più di 120 unità commerciali, distribuite a formare un tipico villaggio toscano, con ampi parcheggi e marchi premium e di lusso. L’outlet è quasi interamente occupato ed è ancorato a tenant quali Adidas, Michael Kors, Nike, Polo Ralph Lauren.

L'operazione seguita a livello consulenziale da Allen & Over e Cushman & Wakefield per Nuveen Real Estate, e da Cbre per la due diligence, è una delle più importanti a livello economico negli ultimi due anni: il valore della transazione non è stato reso noto, ma voci di mercato inducono Mark Up a stimarlo in circa 200 milioni di euro. L'operazione Dws-Barberino ha un valore ben superiore al mero dato monetario: trasmette (indirettamente) un messaggio positivo sulla stabilità dell'Italia e del mercato italiano, confermando la fiducia degli investitori nel nostro paese.

Il fondo istituzionale European Outlet Mall Fund ha un valore di 3,3 miliardi di euro, con un portafoglio di dieci outlet mall distribuiti in Austria, Belgio, Italia, Paesi Bassi, Regno Unito.

La resilienza degli Outlet mall

Ci sono attualmente diverse e importanti strutture di questo tipo disponibili sul mercato, o (per bandir ogni ambage ed eufemismo) in vendita: quelli di Blackstone, a marchio Land of Fashion; i due Outlet di Percassi a Torino e ad Agira, e forse anche altre strutture al di sopra di ogni sospetto (di vendita). Barberino Designer Outlet figurava tra gli outlet village destinati alla cessione; e comunque su quei circa 4 miliardi di asset in vendita attualmente, gli outlet mall rappresentano almeno un quarto del valore.

Ritornando al deal Dws-Barberino, le dichiarazioni ufficiali sottolineano un'importante parola chiave legata a questa transazione: resilienza. "Il settore degli outlet si sta dimostrando un prodotto di investimento resiliente -commenta Mario Pellò, Head of Italy, Nuveen Real Estate- per questo motivo, asset come Barberino continuano a essere interessanti per investitori di lungo termine che puntano a qualità e diversificazione".

E confermare la resilienza degli outlet si aggiunge con l'evidenziatore Giuseppe Colombo, Head of Real Estate Italy per Dws: "Le ottime performance e il fatturato del Barberino Designer Outlet sono un’efficace dimostrazione della resilienza mostrata negli ultimi anni da questo segmento, in passato considerato di nicchia, e storicamente poco accessibile dal mercato".

"Il fondo Eomf ha detenuto la partecipazione nel Barberino Designer Outlet per 10 anni, durante i quali la destinazione retail ha visto crescere numero di visitatori e redditività - commenta Sebastien Gorrec, European Fund Management Director di Nuveen Real Estate-. Continueremo a investire nella crescita del nostro portafoglio di outlet, che comprende alcuni degli outlet mall più noti in Europa, e a cercare opportunità di investimento per l’Eomf, prestando particolare attenzione alle partnership con i brand più autorevoli in questo segmento a livello europeo".

Una delle ragioni che può spiegare il perché non pochi grandi outlet village italiani sono attualmente in vendita, è legata al timore che passi una legge particolarmente restrittiva sulle aperture domenicali e festive: tutte le grandi strutture degli outlet centre dipendono dalle visite domenicali e festive quanto i centri commerciali, e in certi casi di più.

 

 

No items found

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome