Farnese Vini passa agli americani di Platinum Equity

Cambio di proprietà per l'azienda di Ortona

Cambio di proprietà per Farnese Vini. Il settore vitivinicolo accoglie il 2020 con questa notizia riguardante una delle principali winery boutique italiane, che esporta in più di 80 Paesi in tutto il mondo.

 

 

NB Renaissance Partners, la famiglia del co-fondatore Valentino Sciotti e altri azionisti di minoranza, infatti, hanno firmato nei giorni scorsi un accordo vincolante per la cessione dell'intero capitale sociale di Farnese Vini a Platinum Equity, società di investimento americana con oltre 19 miliardi di dollari di asset in gestione.

Nei tre anni di investimenti di NBRP, i ricavi di Farnese sono aumentati del13%, da 52 milioni di euro nel 2016 a più di 76 milioni di euro nel 2019, mentre l’EBITDA è aumentato del 18%.

 

 

Il lavoro svolto in questi anni ha riguardato la penetrazione selettiva del canale off-trade (catene di vendita al dettaglio), il rafforzamento della crescita in mercati sottopenetrati e ad alto potenziale, l’estensione della gamma di prodotti ai vini toscani di alta qualità, i miglioramenti operativi e i risparmi sui costi.

Stefano Bontempelli, senior partner di NBRP, e Luca Deantoni, partner di NBRP, hanno dichiarato: “Siamo orgogliosi di aver contribuito allo sviluppo di Farnese negli ultimi tre anni. Siamo convinti che Farnese continuerà il suo percorso di successo in futuro, guidato da un management team di eccellenza”.

Valentino Sciotti, che reinvestirà a fianco di Platinum Equity e rimarrà presidente esecutivo per guidare la società verso la sua nuova fase di sviluppo, ha aggiunto: “Dopo gli ottimi risultati raggiunti anche grazie al sostegno di NBRP, siamo felici di iniziare questa nuova fase di crescita con Platinum Equity come nuovo partner”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome