Federalimentare: siglato a Teheran il protocollo d’intesa sull’agroalimentare

Luigi Scordamaglia, presidente di Federalimentare

Luigi Scordamaglia_2014È stato firmato a Teheran, nel corso della missione politico-imprenditoriale italiana in Iran, il protocollo d’intesa tra Federalimentare e l’omologa iraniana IFIF – Federation of Iranian Food Industries Associations. L’accordo, sottoscritto dal presidente di Federalimentare Luigi Scordamaglia e dal presidente dell’IFIF Mohammad Reza Mortazavi, prevede la promozione, l’incoraggiamento e lo sviluppo della reciproca cooperazione tra le due federazioni nel settore agro-industriale, attraverso il consolidamento di partnership tra le aziende italiane e iraniane. Tra gli obiettivi dell’intesa, una strategia di azioni per supportare e valorizzare il mercato agro-industriale iraniano, le sue infrastrutture e relativi servizi attraverso l’implementazione dell’import e dell’export, il trasferimento di know how e tecnologie nel campo della produzione, la creazione di nuovi posti di lavoro e la spinta alla capacità commerciale delle aziende alimentari iraniane attraverso la creazione di partnership e joint ventures. “Mi auguro che l’avvio di nuovi dialoghi – ha sottolineato Scordamaglia – innalzi ulteriormente i livelli di collaborazione e facilitazioni reciproche come il superamento dell’imposizione daziaria su alcuni prodotti ”Made in Italy” che sicuramente incoraggerebbe le nostre imprese e l’ottimizzazione degli standard della Food Safety Chain iraniana, con il 16% delle PMI nel settore agroalimentare. L’enorme potenziale agricolo dell’Iran - conclude Scordamaglia- con 30 milioni di ettari fertili, può trovare nell’elevata qualità e sostenibilità della filiera italiana che parte dalle macchine agricole per arrivare alle imprese di trasformazione , lo strumento ideale per essere valorizzata”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome