Federdistribuzione, negozi sempre aperti a Milano anche d’agosto

Nel mese di agosto i milanesi potranno trovare aperti 277 negozi (194 alimentari e 83 non alimentari) appartenenti alle imprese associate a Federdistribuzione

Anche per l’estate 2020 le aziende aderenti a Federdistribuzione garantiranno l’apertura dei punti di vendita, fornendo così un servizio completo e continuativo ai cittadini che, per necessità o per scelta, resteranno in città.

 

 

(In effetti, il tema è grave: Milano rischia una inedita -almeno negli ultimi dieci anni- desertificazione agostana, considerando che già adesso non girano turisti, e gli uffici sono aperti con alte percentuali di smart working. Non a caso il Sindaco Sala ha recentemente lanciato un secondo importante appello per ricordare che il lockdown è finito a maggio. ndr).

Nel mese di agosto i milanesi potranno trovare aperti 277 negozi (194 alimentari e 83 non alimentari) appartenenti alle imprese associate a Federdistribuzione, tra centri commerciali, piccoli e grandi supermercati, discount, grandi magazzini e superfici specializzate nei diversi prodotti non alimentari. 117 di questi offriranno inoltre il servizio a domicilio e 116 hanno anche attivo un eCommerce, particolarmente richiesti e intensificati a seguito dell’emergenza sanitaria.

 

 

"Anche in un anno delicato come questo 2020 le aziende aderenti a Federdistribuzione si sono assunte l’impegno di garantire l’apertura degli esercizi commerciali nei periodi in cui storicamente le città sono meno popolate –dichiara Claudio Gradara, Presidente di Federdistribuzione – per continuare ad assicurare un servizio essenziale richiesto e apprezzato dai cittadini, e per migliorare la vita delle persone che rimarranno in città che questa estate saranno presumibilmente più numerose rispetto al passato".

Ad essere garantito infatti non è soltanto lo shopping o la quotidiana spesa alimentare. Negli ultimi anni i punti vendita della distribuzione moderna sono diventati sempre più degli hub fornitori di servizi utili per i consumatori.

"Agosto coinciderà inoltre con l’entrata nel vivo della stagione dei saldi, posticipata rispetto alla tradizionale partenza di inizio luglio -aggiunge Gradara-. È un momento importante quest’anno più che mai, come iniezione di fiducia per i negozianti, che soprattutto nel non alimentare registrano flessioni delle vendite anche del 30% e vedono allungarsi il cammino della ripresa, sia per i consumatori che potranno sfruttare promozioni e occasioni per effettuare gli acquisti procrastinati da tempo". 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome