Ferrarelle, in arrivo la nuova bottiglia in plastica riciclata dall’azienda

Presso lo stabilimento di Presenzano l’azienda produce e rimette in commercio bottiglie con il 50% di plastica riciclata e 100% riciclabili

Ferrarelle, unica azienda dell'acqua minerale in Italia ad avere uno stabilimento dedicato al riciclo della plastica, annuncia l’arrivo della bottiglia R-Pet 50% da 1,5 l sugli scaffali della gdo.

 

 

Un nuovo, importante passo in avanti nell’ambito del progetto aziendale 'bottle to bottle', sviluppato pensando alle più classiche dinamiche dell’economia circolare e diventato realtà nello stabilimento di Presenzano (CE). Un impianto avveniristico, inaugurato nel 2019 e frutto di un investimento di 27 milioni di euro, pensato per produrre e rimettere in commercio bottiglie nuove e 100% riciclabili, costituite al 50% da R-Pet (Pet riciclato direttamente dall’azienda).

Mediante questo procedimento, Ferrarelle toglie ogni anno dall’ambiente 20.000 tonnellate di plastica, molte di più di quante ne usa per produrre bottiglie con plastica riciclata.

La sostenibilità ambientale rappresenta una delle maggiori priorità per l’azienda, costantemente impegnata per un mondo a impatto -1. Questa filosofia, di cui Ferrarelle si fa promotrice anche attraverso i nuovi spot tv, vuole spingere le persone a riciclare correttamente la plastica e a farsi portavoce di questo importante messaggio. Solo se tutti iniziamo a riciclare in modo corretto e persuadiamo anche gli altri a fare lo stesso, potremo vivere in un mondo in cui si ricicla più di quanto si consuma, analogamente al modello dell’azienda che ricicla più plastica di quanta ne consuma. Bisogna che tutti facciano di più, bisogna togliere dall’ambiente più di quanto si immette. E i rifiuti possono divenire importanti risorse, se correttamente riciclati.

Il Pet, polietilene tereftalato, è una sostanza adatta al contenimento degli alimenti che, proprio per questo, viene utilizzata per produrre bottiglie e altri imballaggi a scopo alimentare. Il Pet è un materiale interamente riciclabile: ogni bottiglia può essere riciclata infinite volte per diventare una bottiglia nuova e identica all’originale. Il Pet che rinasce con questo processo ha un nome preciso: R-Pet, una plastica a impatto zero.

La plastica R-Pet di Ferrarelle si ottiene da una produzione in 4 fasi successive: prima vengono selezionate bottiglie e separate dai tappi. Poi si rimuovono le etichette e altri materiali, quindi le bottiglie vengono lavate e ridotte in piccolissime scaglie. Successivamente i frammenti di Pet vengono asciugati e sottoposti ad una accurata selezione. Infine, dalle scaglie si ricavano le preforme, piccole provette di plastica concentrata pronte per diventare nuove bottiglie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome