Food e retail: le (diverse) preferenze degli italiani su Facebook e Instagram

Quali sono i temi specifici e i brand preferiti in base al social? Risponde il report di Soprism, azienda specializzata nell'analisi dell'audience

Sono circa 20 milioni gli italiani attivi su Instagram (51% donne e 48% uomini, sempre meno giovanissimi e sempre più Millennial), mentre circa 32 milioni sono quelli attivi su Facebook (51% uomini e 48% donne). Tra le due "audience" c'è naturalmente una sovrapposizione da un lato e una diversificazione dall'altro, ma anche nel caso in cui si parli dello stesso utente, il comportamento e gli interessi mostrati sui due social risultano diversi.

 

 

Questo vale soprattutto se si guarda ai temi e ai brand preferiti sull'una e sull'altra piattaforma. Questo il punto più interessante per le aziende indagato dall'analisi di Soprism, start-up belga con fondatori italiani esperta nello studio psicografico delle audience. Focalizziamoci su alimentazione e retail.

CIBO E SOCIAL IN ITALIA
Che beauty e make-up attraggano maggior interesse su Instagram è ormai cosa nota, con brand come L'Orèal, Sephora e Mac che nel nostro Paese registrano la maggiore affinità con gli utenti (preferenza). Guardando, invece, a cibo e bevande, vediamo come su entrambi i social domini Ferrero, nel caso di Facebook con il brand Nutella e nel caso di Instagram con Kinder. Nel comparto, su Facebook, tiene il passo sotto Nutella solo McDonald's, mentre per gli altri brand, pure di successo, l'affinità con la marca risulta comunque più bassa (si veda grafico sotto).

Guardando invece in modo più ampio alle tematiche alimentari, vediamo che il mondo della ristorazione prevale su Instagram, insieme a vino, alcolici, cucina italiana e a seguire birra, panetteria, cocktail e così via (si veda grafico sotto). A cavallo tra i due social il tema della dieta vegetariana, mentre su Facebook prevalgono alimenti specifici quali pizza, cioccolato e caffè.

RETAIL E SOCIAL IN ITALIA
Guardando all'affinità con le marche, la maggioranza del mondo della gdo (Esselunga, Carrefour, Lidl, Conad), di catene come Ikea e Decathlon, nonché dei marketplace quali Amazon, Alibaba, Zalando e Wish trova il proprio dominio su Facebook. A prevalere su Instagram sono invece i retailer del mondo della moda di lusso (Gucci, Chanel, D&G, Prada, Versace) e delle grandi catene fast fashion (Zara, Nike, Adidas, H&M). Da notare che per affinità, nel mondo della gdo, Coop e Despar ottengono migliori risultati su Instagram. I dettagli nel grafico sotto.

Passando invece a uno sguardo più ampio sulle tematiche lifestyle d'interesse, emerge come su Facebook prevalgano argomenti quali il Black Friday, coupon e automotive, seguite a maggiore distanza da centri commerciali, tablet e computer. Instagram, invece, è territorio ancora una volta di tutto ciò che ruota attorno allo shopping fashion, cosmetica, sconti, eCommerce e promozioni.

Menzione d'interesse speciale, infine, per un ultimo raggruppamento tematico che l'analisi di Soprism associa al "minset". Da questo punto di vista emerge come su Facebook prevalgano argomenti legati alla vita in senso più ampio, bambini e Dio, seguiti da sociologia e benessere, in linea anche con un approccio più testuale della piattaforma e un target in parte diverso. Su Instagram, invece, dominano l'amore, l'amicizia, la felicità e le relazioni familiari, ma anche la creatività e lo sviluppo personale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome