Gli infusi a base di tè pronto si arricchiscono in chiave funzionale

Beverage Tè pronti – La focalizzazione sull’alimentazione sana favorisce una progressiva crescita di valore

Di seguito il testo dell'articolo. Registrati gratuitamente per scaricare il pdf con la versione completa

1. Impatti accattivanti
grazie al mix di
ingredienti proposti

2. Dalla circolazione
sanguigna al drenaggio
si moltiplicano i
benefici

3. Sono in aumento
pertanto le dinamiche
d'acquisto

Le bevande a base di tè pronto
continuano a crescere,
anche se per il momento tale
risultato è conseguito solo a
valore. È comunque una prestazione
preziosa, in particolare,
conseguita dalle referenze con
una connotazione salutistica.

Si tratta di bibite che, grazie
al mix degli ingredienti proposti
(foglie di tè più sostanze di
origine naturale) e all'assenza
di zuccheri aggiunti, garantiscono
benfici per il fisico di tipo
funzionale (per esempio sgonfiare,
drenare, favorire la circolazione
del sangue). In questa
ottica si pongono, tra gli altri,
i tè verdi, che più di altri possono
esaltare proprietà antiossidanti
naturali e svolgono
un'azione antietà.

Lavorando in chiave di prevenzione
salutistica la categoria
sembra in grado di offrire
ancora interessanti margini di
allargamento sia per quanto
concerne il parco dei consumatori
sia in rapporto alle dinamiche
di acquisto (frequenza e
quantità per atto).

  Il mercato  
  Nel 2008 il mondo dei tè pronti ha mostrato un duplice segnale. Da
una parte si è rafforzato il trend espansivo delle vendite a valore, che,
nel confronto con il 2007, sono aumentate del 3,4%, passando da 230
milioni a 238 milioni di euro. Dall'altra parte si è registrata una leggera
diminuzione dei volumi. I litri venduti sono, infatti, scesi da 283
milioni e mezzo a poco meno di 281 milioni. Spiega Marco Pellizzoni,
key account manager di GfK, divisione panel: “Dopo una fase di
grande crescita, che si è protratta per alcuni anni, si è registrato
un assestamento delle quantità vendute. Tuttavia la crescita a
valore testimonia la sostanziale buona tenuta del settore e la
capacità delle aziende di proporre prodotti innovativi
, in grado di
supportare, di giustificare un posizionamento di prezzo più elevato”.
 
     
  I consumi  
  L'incremento del dato a valore trova conferma nella spesa media.
Nel 2008 ogni famiglia ha investito in questa categoria il 2,3% in più:
14,19 euro versus 13,87 euro del 2007. Tuttavia l'espansione delle
vendite a valore è riconducibile anche all'aumento degli user. Nel
2008 il numero delle famiglie acquirenti è aumentato dell'1%,
raggiungendo quota 16 milioni e 800.000
. Ciò si traduce in una
penetrazione pari al 75,4%. La frequenza di acquisto è piuttosto
ridotta e si attesta sulle 6,8 volte all'anno. A ogni atto sono comperati
2,5 litri di prodotto, per un totale di 16,7 litri annui.
 
     
  L'offerta  
  L'offerta può essere segmentata in base all'ingrediente principale,
ossia alla tipologia di tè utilizzato come base. Di fatto emergono
tre comparti: tè normale, deteinato e light
. Il primo gruppo
costituisce la fetta più consistente, poiché è più trasversale in termini
di target e di appeal organolettico. Il tè light presidia, invece, l'area più
salutistica. Si tratta, in linea di massima, di referenze rivolte a
un target prevalentemente femminile, attento al benessere e/o
alla linea
. I prodotti a base deteinata coprono una nicchia in termini
di volume. Tuttavia il dato a valore è molto più elevato, a fronte del
prezzo medio decisamente più alto.
 
     
  Il packaging  
  Un criterio di segmentazione importante è costituito dal pack e dal
formato. L'espansione del segmento ha, infatti, favorito lo sviluppo
di nuove tipologie di confezione, quali le bottigliette da 25 o da
50 cl, pensate soprattutto per il consumo fuori casa
. Di fatto le
bottiglie in plastica costituiscono oggi, a prescindere dal formato,
la maggioranza del mercato, seguite dai bicchieri monodose e dai
brik in cartone. L'andamento complessivo delle diverse tipologie di
confezione testimonia il progressivo e continuo spostamento verso
un consumo più adulto e multifunzionale (dissetare, sgonfiare,
purificare, drenare ecc.), che viene soddisfatto dal tè (light o normale)
in bottiglia. Per contro bicchieri e brik presidiano un target più
infantile
, che sceglie il tè in primis per le sue caratteristiche di
palatabilità.
 
     
  Tendenzialmente in bottiglia  
   
     

 

Allegati

Gli infusi a base di tè pronto si arricchiscono in chiave funzionale.pdf

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here