Google Pay sbarca in Italia

Il servizio di pagamento trasforma lo smartphone in un portafoglio a "rapido utilizzo" grazie alla tecnologia contactless (in negozio) e velocizza anche l'acquisto online

Google Pay, il servizio permette di gestire le carte di credito/debito direttamente nell’account Google, è arrivato ufficialmente nel nostro Paese. Quest'ultimo consente, attraverso l'omonima app, di pagare velocemente su app, siti web e in tutti i negozi che supportano i pagamenti contactless e su tutte le property Google.

 

 

In sintesi: lo smartphone diventa un portafoglio a rapido funzionamento. Tra le banche partner che supportano il servizio ci sono Banca Mediolanum, Boon, Hype, Nexi, N26, Revolut e Widiba, mentre nei prossimi mesi si aggiungeranno Iccrea Banca e Poste Italiane.

Come funziona Google Pay
Per pagare con lo smartphone o lo smartwatch Wear OS è sufficiente scaricare l’app Google Pay e aggiungere una carta di credito, di debito o prepagata (Maestro, MasterCard, Visa) emessa da una qualsiasi delle banche supportate. Al momento di pagare basterà attivare lo schermo del telefono e appoggiarlo al terminale per effettuare il pagamento contactless, grazie alla tecnologia Near Field Communication. I negozi che offrono questo tipo di pagamento hanno in mostra il simbolo Nfc/contactless o il logo Google Pay nell'area delle casse. Tra questi, ad esempio: Autogrill, Benet, Esselunga, H&M, Leroy Merlin, Lidl, McDonald's, Profumerie Douglas e la rete Metropolitana Atm di Milano.

Google Pay può essere selezionato come metodo di pagamento anche quando si effettuano acquisti online. È sufficiente cercare il logo Google Pay su siti web o app - tra cui Asos, Booking.com, Deliveroo, Flixbus, Ryanair, Vueling - in aggiunta ai metodi di pagamento tradizionali. Inoltre, se l'utente ha già effettuato l'accesso tramite il browser Chrome, l'operazione risulterà ancora più rapida.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome