Granarolo recupera il 2,1% di quota nel mercato del latte fresco

Campagna Granarolo di sostegno al consumo di latte fresco
Funzionano le azioni intraprese per ravvivare il consumo del latte fresco in Italia, che hanno comportato un investimento di 5 milioni di euro

Dopo la campagna di comunicazione dei primi tre mesi dell’anno ed il focus sul benessere animale, sostenuti da un prezzo promozionale al litro di 1,39 euro, Granarolo fissa il prezzo delle bottiglie di latte fresco Alta Qualità, Piacere Leggero e Più Giorni a 1,49 euro, posizionando il valore della marca nell’aggregato dei segmenti coinvolti al 35% in più rispetto alla Private Label.

Contestualmente, viene mantenuto a 1,79 euro al litro il prezzo del latte biologico, invariato rispetto al valore definito in occasione della campagna promozionale

Per effetto di queste azioni, finalizzate a ravvivare il consumo del latte fresco in Italia, a rafforzare la leadership di mercato del marchio e che ha comportato un investimento di 5 milioni di euro in attività di comunicazione, il Gruppo bolognese chiude il primo semestre del 2019 con una quota sul latte fresco al 21,4% in crescita di 2,1 punti quota rispetto all’anno precedente. Negli ultimi tre anni la produzione di latte bio di Granlatte, la cooperativa dei soci produttori del Gruppo, è raddoppiata. Il latte biologico pesa sul totale mercato italiano solo il 2% in volume, ma nel banco frigo, in cui Granarolo è marca leader in grande crescita, il biologico ha raggiunto il 6,7% dei volumi. “Nel primo semestre del 2019, oltre ad una buona crescita delle quote del Gruppo Granarolo, si registra un miglioramento del trend della categoria latte fresco che, pur rimanendo in territorio negativo, attenua la perdita rispetto a quella che si è registrata negli anni precedenti    – commenta Tiziano Manco, Direttore BU Mercato Italia di Granarolo –. Per quanto riguarda il Gruppo, oltre che dalle classiche referenze core, nel banco frigo stiamo avendo un buon riscontro anche dalle linee speciali: GPlus senza lattosio con il 30% di zuccheri in meno, lancio di novembre 2017, sta crescendo del 70% nel primo semestre 2019 ed il latte Gusto di una volta, lancio di maggio 2017, la cui betacaseina è unicamente A2 come era una volta, che sta raddoppiando i volumi rispetto al 2018”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome