Gruppo Sofidel: incrementa la capacità produttiva e investe in USA

Il gruppo cartario italiano, noto in Italia per il marchio Regina, rafforza la propria presenza negli USA con tre acquisizioni e si impegna a investire oltreoceano oltre 300 milioni di dollari nel triennio 2015-2017

di Laura Seguso

Gruppo Sofidel, tra i leader mondiali nella produzione di carta per uso igienico e domestico, rafforza la sua posizione negli Stati Uniti e incrementa la sua capacità produttiva, iniziative in linea con la strategia Sofidel di fornire prodotti e servizi di migliore qualità rimanendo vicini ai mercati in cui opera. In totale, Sofidel si impegna a investire negli Stati Uniti oltre 300 milioni di dollari in tre anni (2015-2017).
“Il mercato statunitense è un mercato chiave per il nostro Gruppo, dal momento che è il primo al mondo per consumi pro capite nel settore tissue” a dichiarato Luigi Lazzareschi, amministratore delegato del Gruppo Sofidel. Oggi il Gruppo Sofidel è attivo in 7 Stati, e con i recenti investimenti stiamo ponendo le condizioni per innalzare ulteriormente i nostri livelli di servizio e incrementare il valore aggiunto che offriamo ai nostri clienti.

La multinazionale italiana, con la controllata Sofidel America, ha acquisito dalla società Green Bay Converting (GBC), un impianto di trasformazione a Green Bay (Wisconsin), la principale area del tissue negli Stati Uniti, dove Sofidel è già presente con un proprio impianto di trasformazione -incluse le attività ad esso collegate con il relativo business- e un nuovo fabbricato industriale a Hattiesburg (Mississippi), capaci di una produzione annua complessiva di circa 65.000 tonnellate. Nei prossimi mesi saranno attivate ulteriori linee produttive nel sito di Hattiesburg, insieme ad un potenziamento della produzione a Green Bay.

Parallelamente, replicando una strategia già attuata con successo nel suo processo di crescita e internazionalizzazione in Europa, Sofidel ha identificato a Circleville (contea di Pickaway, nella regione di Columbus) in Ohio, un’area per attivare i primi investimenti greenfield nel Nord America ed è in attesa dei permessi necessari, un passo destinato ad incrementare ulteriormente la capacità produttiva della società. L’area, nel Midwest, serve importanti centri urbani nel raggio di poche centinaia di chilometri e rappresenta uno snodo logistico strategico per gli operatori della distribuzione.

  • Infine Sofidel ha aperto un nuovo ufficio a Philadelphia (Pennsylvania) sulla East Coast, destinata ad ospitare la nuova sede di Sofidel America.
  • Le nuove acquisizioni si aggiungono alla recente apertura di un impianto produttivo a Tulsa, in Oklahoma, dove è stata avviata la produzione di una linea AFH (rotoli industriali di carta per uso igienico e asciugamani) e due nuove linee dedicate al private label.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here