I 50 top brand del lusso a livello globale: la classifica Brand Finance

Gli italiani fanno la parte del leone in termini quantitativi, con 16 brand presenti, ma mediamente valgono la metà di quelli francesi

Dal 2019 Brand Finance rende pubblica anche la Luxury & Premium 50, la classifica globale dei brand del lusso ordinati per valore economico del trademark, ovvero per valore economico originato da immagine e reputazione. Mediamente il valore in dollari dei 50 top brand del lusso cresce del 28%, cioè quasi il 50% in più dei brand presenti nella Global 500 2019 (la classifica dei 500 principali brand del mondo), a conferma di come il settore sia in costante ascesa.

 

 

Nella top 10, dominata da Porsche, troviamo ben 5 brand francesi, tra cui Cartier, Chanel e Dior tutti con crescita nettamente superiore alla media. Diversamente Gucci, Ferrari, Rolex e Coach crescendo leggermente meno sono costretti a cedere una posizione.

 

 

Tra i 50 brand presenti in classifica, l’Italia fa la parte del leone in termini quantitativi, infatti con 16 brand supera nettamente i francesi che si posizionano subito dopo con 10 brand. D’altra parte, pur avendo le marche di queste due nazioni un’influenza mediamente allineata, il valore medio dei brand francesi è superiore del 50% a quello dei brand italiani. La differenza sta soprattutto nella dimensione aziendale e quindi nella capacità di produrre più valore a parità di forza del brand.

Massimo Pizzo, managing director Italia di Brand Finance, commenta: "I brand italiani - salvo Ferrari che da quest'anno è tornato ad esser il brand più forte del mondo - per colmare il gap economico con i cugini francesi e soprattutto incrementare volumi di vendita e margini, dovrebbero diventare più influenti dei competitor. Errori come quelli commessi da Dolce & Gabbana in Cina, indicano da parte di molti brand italiani un approccio ancora poco strutturato. Nel mercato attuale poche analisi e molto intuito comportano rischi troppo elevati"

Maserati, Lamborghini e Moncler sono tra i brand che sono maggiormente cresciuti nell’arco di un anno. Diversamente, Ferragamo, Versace, Dolce & Gabbana e Bottega Veneta sono tra quelli che hanno perso più valore.

Nella Brand Finance Luxury & Premium 50 sono incluse auto, abbigliamento, profumi & cosmetici, mentre altri brand di altri settori - come ad esempio alberghi, vino, arredamento o yacht - non hanno un valore sufficientemente elevato per entrare in classifica.

Porsche è il brand di maggiore valore economico. La valutazione tiene conto soprattutto di prospettive di fatturato, margini, peso del branding nel settore, influenza della marca rispetto ai competitor. Ferrari è il brand più forte, cioè quello più influente tenendo conto della gestione del marketing mix, il ritorno d’immagine e le performance economiche in relazione alla dimensione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome