I sei trend della private label che parla francese (e non solo)

di Elena Giordano

Analisi e riflessioni sulla private label europea fanno tappa a Parigi. La capitale francese si prepara ad accogliere, il 30 e 31 marzo prossimi, la 15esima edizione di Mdd Expo, l’evento dedicato ai prodotti a marchio del distributore. Private labelL’appuntamento, definito “L'equilibrio perfetto tra esperienza e innovazione”, ha un respiro e un approccio internazionali. Il 60% degli espositori presenti lavora infatti con l’estero, in primis con i retailer. A incontrarsi a Parigi, presso il parco delle esposizioni Porte de Versailles (Hall 4), saranno i copacker che operano con le loro private label nei settori Food, Cosmetica e Detergenza casa e persona.

L’edizione precedente della manifestazione francese dedicata alla private label ha visto la partecipazione di 4.500 visitatori, il 13% provenienti dall’estero (Belgio, Germania, Italia, Irlanda, Olanda, Portogallo, Gran Bretagna,…) e 500 espositori (150 dei quali internazionali).

Sei saranno i trend che insegne e copacker focalizzeranno, nell’appuntamento 2016 e che sono destinati a intercettare gran parte della crescita degli assortimenti in private label:

  1. Salute e nutrizione,
  2. Prodotti locali/regionali/del territorio
  3.  Cibi dal mondo
  4. Ingredienti e alimenti per la lavorazione
  5. Prodotti gourmet
  6. Cibo “on the go”

Il network di comunicazione di Mdd Expo sostiene tutta la filiera della marca del distributore coinvolta durante l’anno, grazie alle informazioni veicolate sul magazine, sulla newsletter mensile (inviata a 60 mila contatti), sul sito web (che conta 80 mila visitatori), sui principali Social Media (Twitter, Facebook, Viadeo, Linkedin).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here