Ikea Italia verserà 108 milioni di euro come contributo extra alla pensione dei propri dipendenti. Negli ultimi tre anni il gruppo svedese ha stanziato per questa voce oltre 400 milioni di euro a livello globale

È un modo di ringraziare tutti i collaboratori. Ikea lo chiama "Tack!" (che significa ‘grazie’ in svedese) e fa parte del programma per premiare la fedeltà dei lavoratori del gruppo distributivo svedese: Ikea verserà 108 milioni di euro come contributo extra alla pensione dei propri dipendenti. "Vogliamo così ringraziare i collaboratori (cioè i dipendenti, ndr) per la lealtà e il contributo al successo di Ikea -commenta Belén Frau, Country Retail Manager di IKEA Italia-. Lo facciamo attraverso il programma Tack! e sono lieta di annunciare che il versamento di quest’anno permetterà ai co-worker del Gruppo in Italia di ricevere un contributo di 899 euro (relativo a un contratto a full time, ndr). Per i contratti part-time tale quota è riproporzionata sulla base delle ore contrattuali a testa per la propria pensione".
Con il programma fedeltà, i collaboratori di Ikea ricevono ogni anno una somma extra in aggiunta ai normali versamenti pensionistici. Tutti i full-time in Italia, che lavorano in Ikea da almeno 5 anni, prendono la stessa somma indipendentemente dalla posizione o dal livello di inquadramento; i part-time ricevono una somma proporzionale alle ore contrattuali.
Dall’introduzione di Tack!, tre anni fa, Gruppo Ikea ha stanziato 413 milioni di euro, suddivisi tra i paesi in cui il colosso svedese è presente, secondo la percentuale rappresentata da ognuno sulle retribuzioni complessive. Questo particolare finanziamento premiale è subordinato al raggiungimento degli obiettivi stabiliti annualmente dal Gruppo su base "country" cioè per paese: quindi, per fare un esempio, se l'Italia ha raggiunto gli obiettivi di fatturato prefissati vengono premiati tutti i dipendenti italiani.

No items found

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome