Il commissario Ue David Wilkinson presenta a Parma il policy paper sulla sicurezza alimentare

Il documento è stato presentato durante la due giorni a Parma del Collegio dei 150 Commissari Generali per l'Expo 2015 che rappresentano i paesi che parteciperanno all'evento e chiamati a raccolta per essere informati sullo stato avanzamento lavori della mostra.

Raccogliendo l’invito di Regione Emilia Romagna, Comune di Parma, CCIAA - Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Parma e Upi - Unione Parmense degli Industriali, Expo Milano 2015, d’accordo e in collaborazione con Bie - Bureau International des Expositions, ha scelto Parma per ospitare il Collegio dei Commissari Generali.
Questo appuntamento rappresenta l’occasione per informare i Paesi che hanno già aderito e sottoscritto il contratto di partecipazione all'Expo 2015 in merito alle attività della società organizzatrice e per presentare lo stato di avanzamento dei lavori del sito che ospiterà fisicamente l’evento.

Parma scelta come capitale dell'alimentazione
Come ha affermato in apertura del summit Diana Bracco (in foto), presidente di Expo Milano 2015 e Commissario Generale di Sezione di Padiglione Italia «La città di Parma è una delle capitali mondiali dell’alimentazione. Oltre a ospitare alcune tra le  più importanti industrie del settore, è la sede di Efsa, l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare, e vanta una grande tradizione per quanto riguarda le eccellenze del Made in Italy. Due plus notevoli, se si considera che proprio il food sarà il filo conduttore di Expo 2015».

L'intervento di David Wilkinson su Global Food and Nutrition Security
Il momento più significativo della prima delle due giornate del Collegio dei Commissari Generali di Epo Milano 2015 è stato rappresentato dall’intervento di David Wilkinson (in foto), Commissario Generale designato dall’Ue per l'esposizione. Parlando alla platea dei 150 Commissari riuniti e alla presenza del neo presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini e dei rappresentanti delle Istituzioni e del sistema economico parmense, Wilkinson ha illustrato il programma scientifico della Ue per l’Esposizione Universale. In particolare ha evidenziato il significativo lavoro già svolto per organizzare oltre 200 eventi scientifici pubblici nei sei mesi dell’evento.
Inoltre Wilkinson ha voluto anticipare ai presenti una sintesi del documento “Eu Research and Global Food and Nutrition Security”, alla cui stesura ha lavorato un Comitato scientifico di Direzione, presieduto dall’ex Commissario all’Agricoltura Franz Fischler, con il contributo di Efsa. Questo policy paper che verrà presentato a marzo 2015, intende essere il riferimento per un dialogo e un confronto costruttivi tra le Istituzioni e gli stakeholder e i cittadini durante i workshop, i seminari e le conferenze che animeranno Expo 2015.
«Il policy paper che abbiamo voluto anticipare a Parma -ha spiegato David Wilkinson- ruota intorno ai concetti di sicurezza alimentare e di cibo sostenibile, per tutti. La nostra mission è stimolare il cambiamento attraverso la ricerca e la condivisione della conoscenza. Abbiamo individuato sette aree chiave di intervento: la riduzione degli sprechi; il miglioramento della salute pubblica attraverso l’alimentazione; la gestione più efficace della risorsa terra; la sostenibilità dei prodotti agricoli; il miglioramento del cibo sotto il profilo qualitativo e della sicurezza alimentare; l’ottimizzazione dei commerci internazionali; una maggiore equità sociale. I benefici che ci attendiamo riguardano la crescita economica, la salute dei cittadini e la tutela dell’ambiente».

No items found

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome