Il dopo Expo parte con Fico Eataly World

Un luogo per bambini dove sarà possibile scoprire l’Italia e la sua ricca biodiversità attraverso campi coltivati, allevamenti dimostrativi e laboratori di trasformazione delle materie prime. A Bologna

di Massimo Gianvito

Fico di Bologna, Fabbrica Italiana Contadina, intende raccogliere l’eredità di Expo: “un parco” dell’agroalimentare italiano di qualità distribuito su 80.000 mq dove sarà possibile scoprire l’Italia e la sua ricca biodiversità attraverso campi coltivati e allevamenti dimostrativi, laboratori di trasformazione delle materie prime, 10 aule per la didattica e la formazione, 4.000 mq destinati ad eventi culturali e didattici e 20 punti di ristoro di vario tipo.“Credo che l’eredità di Expo -ha sottolineato Maurizio Martina, ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali- continuerà con un progetto dalla grandi potenzialità. Mi piace pensare che possa partire una competizione virtuosa con altre realtà locali italiane che possano trovare ispirazione da questa iniziativa”.

  • “Fico -ha dichiarato Oscar Farinetti, fondatore di Eataly, Oscar_Farinetti_1che gestirà la struttura con l’insegna Eataly World- sarà rivolto in particolare ai bambini: un luogo dove poter insegnare loro il valore e l’unicità della biodiversità italiana. Dove i bambini potranno assistere all’intero ciclo produttivo dei cibi: dal campo al negozio”. Infatti, nelle aree esterne sarà possibile visitare campi e stalle e vedere le razze animali autoctone. Nel mercato saranno in vendita i prodotti alimentari mentre nelle botteghe gastronomiche si potranno degustare le produzioni dei laboratori artigianali che realizzeranno dal vivo le loro specialità.
  • A Fico Eataly World sono attesi sei milioni di visitatori all’anno, di cui due milioni di stranieri e 500.000 bambini, appunto, attraverso gite scolastiche e visite dedicate, oltre a 600.000 visitatori business. “Fico Eataly World vuole diventare la struttura di riferimento nel mondo per la divulgazione e la conoscenza dell’immenso patrimonio enogastronomico dell’Italia e per la sua valorizzazione internazionale”.
  • Nella progettazione è stata dedicata grande attenzione alla sostenibilità ambientale. Così, per esempio, non c’è stato nessun consumo di suolo, la struttura sorgerà nell’area un tempo occupata dal vecchio mercato ortofrutticolo; l’energia elettrica sarà fornita da uno dei più grandi impianti fotovoltaici d’Europa realizzato su tetto. Inoltre all’interno sarà possibile muoversi utilizzando delle biciclette appositamente realizzate da Bianchi, dotate di due cestini per la spesa di cui uno refrigerato. La Regione Emilia Romagna metterà a disposizione alcuni mezzi pubblici ibridi per raggiungere il parco dal centro di Bologna.
  • Fico Eataly World sarà caratterizzato da sei aree tematiche: Il Fuoco, Gli Animali, Il Mare, L’Agricoltura, Il Gusto e il settore dedicato a Vino, Olio e Birra, ognuno caratterizzato da un personaggio famoso, riprodotto in ologramma, che guiderà i visitatori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here