Il mondo vino: quali trend…oltre la tradizione

Gli opinionisti di Mark Up (da Mark Up n. 283)

Il mondo del vino è uno dei settori più rappresentativi del made in Italy e, negli ultimi anni, grazie al cambiamento innescato dalla generazione dei millennial, attenti alle tendenze di moda e di costume, alla socializzazione e all’engagement dal mood fresco e divertente, è uscito dai canoni più tradizionali per intercettare nuovi trend. La moda del Prosecco ha contribuito allo sviluppo di tutta la categoria della bollicina, al punto tale che gli spumanti spiegano la crescita significativa del vino italiano sui mercati esteri e rispondono all’esigenza di un bere facile e disimpegnato. Il vino, per i giovani, che bevono con un approccio più immediato, non influenzato da opinion leader, è legato all’idea di stare insieme. Le parole chiave diventano territorialità, sostenibilità ed esperienza diretta, la principale chiave conoscitiva.
Da qui lo sviluppo dei vini biologici, la ricerca di prodotti capaci di raccontare un territorio e l’attenzione all’eleganza del packaging. Unito alla nuova tendenza dei wine cocktail o del vino come aperitivo, in un momento di socializzazione allegra. E proprio per le occasioni conviviali, come una scampagnata o un festival musicale, i giovani d’Oltreoceano (Usa in primis), ma anche i wine lover più ferrati in materia enoica, ricercano packaging alternativi alla bottiglia, come la lattina, un vero boom negli Usa, perché un formato conveniente e comodo. Il packaging nella veste grafica e nello shape della bottiglia, così come formati inusuali o alternativi, rappresenta un modo di interagire con un target che ricerca diversità ed eleganza e nuovi codici di comunicazione, rispetto al mondo tradizionale del vino.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome