Il riso Knorr è 100% italiano e sostenibile

02_Knorr_Angelo Trocchiadi Raffaella Pozzetti

Da quest'anno, il 100% del riso dei Risotti Knorr commercializzati nel nostro Paese è prodotto interamente in Italia e deriva da agricoltura sostenibile, così come è sostenibile il 92% delle materie prime vegetali utilizzate nei risotti del brand. Uno sforzo importante, quello che sta facendo Knorr, e in generale l'intero gruppo Unilever, per portare a scaffale un prodotto che abbia davvero un plus in termini qualitativi e sostenibili. Perché crescere in maniera socialmente responsabile -ormai è noto- fa crescere il business. Conferma Angelo Trocchia, ad di Unilever Italia: “I marchi che hanno fatto della sostenibilità una cosa concreta, tradotta nel proprio Dna, aumentano a velocità doppia rispetto ai marchi che non parlano di sostenibilità”. Il consumatore, del resto, è pronto a spendere anche qualcosa di più per un articolo ecoattento, se percepisce l'impegno concreto da parte dall'azienda che sta dietro a quell'articolo. “I segmenti di mercato in crescita, in questi anni, non sono quelli a basso prezzo, ma quelli che hanno del valore aggiunto”.

09_Knorr_100%riso italiano da Agricoltura SostenibileA tutt'oggi, però, resta complicato trovare la formula più idonea per comunicare il proprio impegno green al cliente. Continua Trocchia: “La sfida, attualmente, è di riuscire a trasmettere al consumatore il lavoro svolto in termini di Csr, e non è semplice farlo avendo a disposizione pochi cm di pack per veicolare un concetto”. Per questo Knorr ha lavorato alla messa a punto di nuovi packaging, che il brand sta lanciando proprio in queste settimane, che raccontano la genuinità e la naturalità degli ingredienti, e la loro provenienza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here