I valori di diversity e inclusione secondo Carrefour Italia

Il retailer conferma il proprio impegno su questi temi dal sostegno ai Diversity Media Awards al campo alimentare

Diversity e inclusione come ricchezza, sia in termini umani che in termini di biodiversità alimentare. Questa l'interpretazione di Carrefour Italia, che conferma il proprio impegno sul tema a partire dal recente sostegno ai Diversity Media Awards.

 

 

Come spiega il retailer in una nota, "la diversità si traduce, per Carrefour Italia, in un bisogno di tutela - legato a quello che si produce, a quello che si vende e a quello che si mangia – che possa creare un circolo virtuoso lungo tutta l’intera catena produttiva, rappresentando così la diversità biologica e la diversità delle espressioni alimentari. Perché il dialogo alimentare può e deve rappresentare anche e soprattutto uno strumento di comunicazione culturale e interculturale, uno strumento d’integrazione, armonizzazione, crescita e costruzione identitaria. Carrefour Italia crede che valorizzare la diversità voglia dire accogliere e apprezzare l’autenticità di ognuno, siano essi prodotti, fornitori, collaboratori, consumatori. Autenticità, inclusione e diversità sono parte integrante della cultura aziendale".

Tra le attività concrete messe in campo da Carrefour Italia sul tema di diversity e inclusione vi sono alcuni progetti che coinvolgono attivamente soggetti pubblici e privati, ovvero:

  • Rendiamo i sordi non invisibili – grazie a un protocollo d’intesa siglato con l’Ens (Ente Nazionale Sordi), l’Ipermercato Carrefour di Collegno, in provincia di Torino, è impegnato in un programma di formazione dei propri collaboratori alla Lingua dei Segni Italiana, rendendo il punto vendita un luogo di riferimento per la comunità sorda di Collegno e della città metropolitana di Torino. L’obiettivo è di raggiungere 100 dipendenti formati entro tre anni; da luglio 2018, ne sono stati formati 44.
  • Collaborazione con Uici – l’Ipermercato Carrefour di corso Monte Cucco 108 a Torino ha firmato un accordo con Uici (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti) per far partire un progetto pilota di formazione dei collaboratori del punto vendita a supporto dell’intera esperienza di spesa delle persone non vedenti e ipovedenti.
  • Ogni casa è famiglia – progetto promosso da Carrefour Italia e Salumificio Fratelli Beretta, che grazie alla vendita dei prodotti a marchio Frutti dei Sogni sostiene l’attività socio-sanitaria di Agorà 97 Onlus, organizzazione impegnata nella lotta allo svantaggio sociale attraverso programmi educativi, assistenziali e riabilitativi. Ad un anno dal suo lancio, il progetto ha raccolto più di 70.000 euro, che supporteranno in particolare le Comunità per minori Casa di Gabri e Casa di Luca, a Rodero, in provincia di Como.
  • Ora Quieta – presso i punti vendita di Nichelino (To) e Tavagnacco (Ud), in giorni e orari fissi, vengono create le condizioni ideali per consentire alle famiglie con bimbi con lo spettro autistico di fare la spesa in tranquillità.

Altrettanto rappresentativi, i progetti realizzati in collaborazione con Fondazione Adecco per le Pari opportunità Safe In e Domus per l’integrazione lavorativa dei rifugiati.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome