Interpera 2010

27-28 maggio, ferrara – Coltivare e commercializzare le pere è ancora un business? Quali marginalità ci sono in Italia e negli altri paesi produttori? Come incentivare i consumi?

Crescono le adesioni ad  Interpera 2010  il terzo Convegno mondiale sulla pera che quest’anno è organizzato  da CSO e AREFLH  a Ferrara , nella culla europea di produzione. I partecipanti già iscritti all’evento provengono da numerosi paesi europei (Francia, Olanda, Belgio e Spagna) ed anche dall’America Latina (Argentina e Cile).


Questo interesse evidenzia le enormi potenzialità globali della pericoltura che oggi rappresenta in Europa una quota dell’11% sul totale di produzione di frutta.


 


Il Convegno, darà la possibilità ai partecipanti di entrare in contatto con operatori leader e assistere in anteprima alla presentazione dello studio realizzato dall’Università  di Bologna, che mette a confronto  i maggiori sistemi produttivi europei  valutandone i costi, i prezzi e la competitività.



I temi cruciali della pericoltura globale saranno trattati e discussi da  relatori internazionali e nazionali che si confronteranno in dibattiti articolati nelle due giornate di Congresso. Non mancheranno infine le relazioni dedicate all’innovazione gestite da tre aziende del calibro di UNITEC, CPRSYSTEM e CIV  rispettivamente per l’innovazione di processo, innovazione logistica e innovazione varietale.


 


 


Programma dettagliato su http://www.interpera.it/

Per visualizzare la locandina clicca qui.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome