Iper La grande i sponsorizza l’arte e il design

iper la grande i
Arte, cibo e design convivono in uno spazio come il Bistrot di Palazzo Litta all'interno del quale l'insegna ha dato a un'area che offre un'esperienza multisensoriale

L’insegna distributiva del Gruppo Finiper Iper La grande i sposa l’evento del Design Week 2017 organizzato da DAMN° e Mosca Partners A matter of perception che porta a Palazzo Litta di Milano, nel Distretto 5VIE, i talenti emergenti e i produttori del design internazionale.

Si darà vita a un’esperienza multisensoriale in uno dei tesori dell’architettura barocca milanese, all’interno Bistrot Litta Ventiquattro- Food and Wine by Iper, La grande i nel quale, dal 4 al 9 aprile, arte, design e cibo si incontrano. Al Bistrot si potrà fare colazione, pranzare, bere un aperitivo o semplicemente degustare eccellenze enogastromiche italiane. L’offerta comprende prodotti come il pane a lievitazione naturale, salumi e formaggi selezionati con cura, i vini Grandi Vigne che raccontano l’impegno e il lavoro dei piccoli viticoltori italiani che trattano le loro vigne e il loro vino come un prodotto vivo da rispettare e valorizzare. Fa da scenario l’ intervento dello studio Elisa Ossino, pensato per esaltare il contrasto tra minimalismo contemporaneo e scenario storico.

L’iniziativa segna il legame dell’insegna con l’arte, l’architettura e il design, spesso proiettato anche nei punti di vendita. Esempio emblematico è il Centro di Arese progettato da Michele De Lucchi e dall’intuizione dell’imprenditore Marco Brunelli, che prende ispirazione dalle antiche corti lombarde e dalla villa Valera con il suo borgo nel rispetto e integrazione architettonica con il territorio.

CONDIVIDI
Articolo precedente5 falsi miti del marketing sui social media
Articolo successivoUniCredit, ed è…SubitoCasa
Vivo e lavoro in Sicilia, terra di spiazzanti contrasti e di straordinarie virtù. La cronaca mi ha battezzato, il retail mi ha conquistato. Seguo l’evoluzione e lo sviluppo delle insegne food e non food sul territorio. Amo libri, teatro e cinema in egual misura. E scrivo per lavoro e per passione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here