La Cina cerca il fashion italiano: IFF seleziona 200 brand

Il gruppo di Shanghai porterà i marchi della moda in 8 shopping mall delle principali città cinesi, per rispondere a un target in via di sviluppo.

Anche il mercato cinese si trova a fare i conti con una nuova classe emergente di consumatori, da accontentare con nuove proposte fashion di fascia medio-alta. Così il gruppo di Shanghai IFF, leader nella distribuzione di prodotti di abbigliamento, guarda all’Italia per selezionare 200 brand della moda dallo stile innovativo e originale, come sottolinea la Ceo Linda Tong.

Qualità al giusto prezzo. Questo il parametro di ricerca che porterà i marchi italiani prescelti in 8 shopping mall delle maggiori città cinesi, ovvero  Pechino, Shanghai, Shenzhen, Changsha, Hangzhou, Wuhan, Shengyang e Xiamen. I prodotti italiani verranno così posizionati all’interno degli IFF Fashion Center,  dove uniranno alla vendita all’ingrosso ed al dettaglio anche il business online dell’e-commerce.

shopping-in-chinaNon solo. Il progetto, di cui il gruppo Retaily è partner ufficiale, prevede una successiva implementazione con estensione a tutto il territorio della Repubblica Popolare Cinese. Il target a cui ci si rivolge è infatti attualmente composto da 300 milioni di persone, destinate a raddoppiare nell'arco di 10 anni.

Unico requisito fondamentale per accedere a un’opportunità di export senza investimento originario è la concessione dell’esclusiva commerciale a IFF per il mercato cinese. In cambio, viene offerto un contratto di 5 anni con impegno a rispettare volumi di ordine pre-concordati insieme alle aziende (500mila euro minimi per il primo anno, con facoltà di salire in relazione alle caratteristiche del brand).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here