La Festa della Mamma in marketing e previsioni d’acquisto

Secondo le stime di Tiendeo.it gli italiani spenderanno in media oltre 37 euro, tantissime le iniziative da parte di brand e retailer

Ogni presto ormai è buono per essere trasformato in occasione di shopping, che spinge consumi e acquisti attraverso iniziative "a tema". Come abbiamo già detto, è un mondo di marketing in limited edition e capsule collection, ma potremmo aggiungere anche "d'evento in evento".

 

 

La Festa della Mamma, che nel 2019 cade di domenica 12 maggio, in questo panorama non fa eccezione. Tante le iniziative di brand e retailer sul tema, per accaparrarsi il budget-regalo degli italiani. Secondo un'indagine realizzata da Tiendeo.it sulla propria piattaforma, infatti, spenderemo in media 37 euro a testa.

Nel dettaglio, il 46% degli utenti afferma di celebrare questo giorno perché è felice di fare un regalo alla propria madre, mentre un 17% lo fa semplicemente per seguire la tradizione, pur pensando che si tratti di una festa consumistica (in totale il 63% comprerà). Proprio su questa linea si situa il 12% degli intervistati, che rifiuta ogni tipo di festeggiamento che preveda l’acquisto di un pensiero per la Festa della Mamma per ragioni di anti-consumismo. Il restante 25%, infine, non festeggia per altre ragioni.

 

 

I millennial rappresentano la generazione più predisposta a celebrare la Festa della Mamma: 8 su 10 affermano che lo faranno e il motivo per la stragrande maggioranza di essi è il semplice piacere di compiere un gesto d’affetto nei confronti del genitore. Al primo posto tra i regali prescelti ci sono vestiti e accessori, seguiti da coloro che preferiscono regalare qualcosa di originale. Regali tradizionali come fiori, profumi e cioccolatini (in ordine di preferenza) sono preferiti invece della metà dei consumatori, ma 3 figli su 10 optano per un invito a pranzo o a cena (esperienza batte prodotto sempre di più). Curiosità: secondo uno studio di The Fork è la lasagna il piatto che i foodies collegano di più alla loro mamma.

Le iniziative di brand e retailer per la Festa della Mamma, come dicevamo, sono tantissime e più o meno articolate. Anche quest’anno, ad esempio, per il terzo anno consecutivo Conad ha scelto di sostenere Airc nella Ricerca sul Cancro devolvendo alla Fondazione 0,50 centesimi per ogni piantina di rosa venduta durante la giornata. C'è invece chi, come il marchio di salumi Beretta, ha puntato sull'influencer marketing coinvolgendo alcune delle mamme blogger italiane più famose per promuovere i prodotti Viva la Mamma Beretta.

La proposta Pan di Stelle è quella di uno speciale scrigno regalo in edizione limitata che all'interno contiene una costellazione luminosa e due creme spalmabili del brand, ma sono tanti anche i marchi alimentari che propongono ricette ad hoc. C'è invece chi semplicemente fa real time marketing sui social proponendo come regalo per la ricorrenza i propri prodotti tradizionali, come il brand Montasio Dop, o chi propone offerte speciali e sconti su alcune referenze, come Deliveroo per i piatti "preferiti dalle mamme". Le formule prescelte sono diverse, ma è ormai chiaro che qualcosa, piccolo o grande che sia, debbano promuoverlo tutti, perché "l'effetto evento s'ha da fare, sempre".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome