La nuova campagna Pepsi Max non celebra i calciatori ma i tifosi

Per questo secondo anno di partnership globale tra PepsiCo e la Uefa Champions League la scelta di comunicazione mette al centro il target, anziché il mito del campione sportivo, cambiando in parte l'emozionalità.

Pepsi Max evolve lo storytelling calcistico che ormai da tempo delinea l'identità di brand e che la vede per il secondo anno partner della Uefa Champions League. La nuova campagna #PepsiMaxmoments coinvolge il tifoso rendendolo protagonista della comunicazione e rappresentandone quei momenti di emozione e gioia sportiva che uniscono gli appassionati della disciplina a livello internazionale.

 

 

pepsi max spotPepsiCo sposta l'attenzione dalla celebrazione del campione di calcio con virtuosismi annessi, preferendo in questo caso l'amore per il gioco nella sua forma più genuina. Un linguaggio di prossimità e vicinanza al target, dunque, di cui si edificano la spontaneità e lo spirito di condivisione, in un'ottica di unione interrazziale che fa da contrasto all'attuale clima politico-sociale.

 

 

Lo spot globale intitolato “We Know How Much It Means” si rivolge direttamente a lui, cercando un rapporto di maggiore empatia attraverso modelli di quotidianità anziché eroismo. La campagna multicanale è ricca di diversi contenuti (premi usuali inclusi) e sarà presentata in quasi 75 Paesi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome