L’Aceto balsamico di Modena Igp cresce a doppia cifra

Dal riconoscimento del Consorzio di tutela a gennaio 2014, l’Aceto balsamico di Modena Igp ha visto una crescita del 12%, corrispondente a circa 700 milioni di euro di fatturato alla vendita e a 98 milioni di litri di produzione. Questi i dati dell’indagine Nomisma presentati al Mipaaf dal Consorzio stesso nell’ambito di un incontro sulle politiche da attuare contro la contraffazione dei prodotti Dop e Igp.
Un momento dunque favorevole per il prodotto, che risulta conosciuto dal 97% degli italiani, con un 83% di loro che lo consuma costantemente. Bene anche i due mercati di punta Usa e Germania, che in costante aumento contribuiscono in gran parte a un export pari al 90%.
A livello di awareness estera e portata evocativa, l’Aceto balsamico di Modena Igp ottiene ottimi risultati sia su suolo italico che estero, soprattutto presso tedeschi e francesi, che lo conoscono per oltre l’80%.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome