Latte e carne: necessarie nuove misure per gli allevatori

Una situazione ancora insostenibile per gli allevatori italiani e che richiede un intervento lungimirante per il futuro. Questo l’allarme lanciato da Agrinsieme in merito alla situazione della zootecnia, che vede il permanere di uno stato di crisi per il comparto della carne e quello del latte.Carne_allevatori_allevamento

Nel primo caso, il coordinamento tra Cia, Confagricoltura, Copagri e Alleanza delle cooperative agroalimentari denuncia la crescente volatilità dei costi delle materie prime, con forte dipendenza dall’estero dei ristalli e prezzi fermi da troppo tempo a livelli non remunerativi.

lattePer quanto riguarda il settore lattiero-caseario, il focus del problema parte da quotazioni all’origine in caduta libera con accordi sul prezzo alla stalla che non si chiudono. A causa della fine del sistema europeo delle quote, la situazione generale del settore e le relative prospettive reddituali restano un'incognita, come sottolinea il coordinatore nazionale di Agrinsieme Dino Scanavino.

dino scanavino_agrinsieme
Il coordinatore nazionale di Agrinsieme Dino Scanavino.

A supporto degli allevatori italiani si richiedono pertanto al fronte istituzionale misure concrete e un progetto che trovi risposte normative adeguate, ottimizzando gli strumenti finanziari che già ci sono.
“E’ importante non disperdere le risorse, utilizzandole per un'unica grande campagna di promozione del consumo dei prodotti del latte e derivati, che rafforzerebbe le iniziative ministeriali in essere dal 2016 come Latte nelle scuole e il marchio 100% latte italiano”, spiega Scanavino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here