Le chiavi su cui puntare per uno smart e safe retail

Spunti e riflessioni dal webinar ‘Smart & Safe Retail’ di Kiki Lab con un commento di Fabrizio Valente e una sintesi degli interventi di Oscar Farinetti e Roberto Selva di Esselunga

Spunti e riflessioni dal webinar ‘Smart & Safe Retail’ di Kiki Lab con un commento di Fabrizio Valente e una sintesi degli interventi di Oscar Farinetti e Roberto Selva di Esselunga

Tendenze e casi rappresentativi del retail alle prese con l'emergenza Covid19 sono stati al centro del webinar Smart & Safe Retail, organizzato da Kiki Lab, con spunti basati sul monitor specifico sul Retail creato negli ultimi mesi insieme al consorzio Ebeltoft Group.

 

 

Come spiega Fabrizio Valente, Ceo e founder Kiki Lab, "In questo periodo sono emerse tre macrotendenze: accelerazione (ma non rivoluzione) dell’eCommerce, boom dello Smart Retail e convergenze virtuose Smart & Safe Retail. Nel food in Italia, l’eCommerce ha accelerato, raggiungendo il 2%, e ci si aspetta che non superi il 5% nel 2023 (o forse 2025): quote ancora molto limitate.

Il vero boom si è invece verificato nello smart retail, che garantisce la massima fluidità del customer journey". Non solo in Cina come abbiamo visto a inizio aprile, ma anche in Italia nel mondo del non food ci sono stati esempi come Pinko, Elena Mirò o Ovs.

 

 

"I clienti cercano però anche un safe retail -continua Valente-, e lo storytelling deve essere reinventato con modalità contactless, come nel caso di Lush. Oltre a questo tendono a premiare i retailer che attivano iniziative di responsabilità sociale e ambientale, l'esempio può essere Esselunga con l'iniziativa Amici Vicini. Ma la vera sfida del mondo nuovo che si sta delineando è 'managing the imperfections', come ha detto Oscar Farinetti durante il keynote del webinar".

Oscar Farinetti: managing the imperfections

"La più grande qualità di un manager è gestire l’imperfezione umana e la fatalità come quella che ci ha condizionato negli ultimi mesi". dice Oscar Farinetti, founder Eataly. Il gruppo ha raggiunto in due mesi i risultati nelle vendite on line che erano stati previsti in 5 anni. Farinetti ha inoltre descritto il negozio fisico come il regno della lentezza e dell’approfondimento, il luogo in cui ci si guarda negli occhi e si deve usare sempre di più la parola per descrivere ai clienti i prodotti in modo dettagliato.

Roberto Selva: l'iniziativa Amici Vicini e gli store diaframmabili di Esselunga

Roberto Selva, chief marketing & customer officer di Esselunga ha illustrato le diverse evoluzioni del layout degli ultimi format dell'insegna, più aperti per facilitare i flussi dei clienti. Il progetto Amici Vicini rientra nella strategia complessiva di Esselunga di sostenere la collettività: una app creata in sole due settimane che ha già attivato 1.500 volontari.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome