Liberalizzazione farmaci fascia C: nuovo stop dal Governo

Ieri, 5 febbraio, Palazzo Chigi ha respinto gli emendamenti al Dl Semplificazioni. É prevista, nel pomeriggio di oggi, una nuova istanza parlamentare.

Anche l’ultimo tentativo per liberalizzare i farmaci di fascia C, e renderli disponibili nelle parafarmacie, si è concluso in un nulla di fatto. Nella giornata del 5 febbraio, sono stati bocciati gli emendamenti al Dl Semplificazioni, presentati alla Camera a firma della deputata di LeU Michela Rostan, perché considerati inammissibili.

 

 

“Siamo rammaricati, ma proseguiremo la nostra battaglia per la liberalizzazione della fascia C - racconta Ivan Giuseppe Ruggiero, presidente di Lpi (Libere Parafarmacie Italiane) -. In un recente question-time alla Camera, abbiamo colto una velata apertura al delisting, ovvero alla revisione del Prontuario farmaceutico nazionale, e andremo a lavorare proprio su questo”. Revisione del Prontuario che, comunque, dovrebbe prevedere solo il passaggio di alcune molecole di fascia C alla libera vendita.

“Siamo prostrati da questa questione – ammette Sergio Imolesi, segretario nazionale di Ancd Conad -. Non si comprende perché all’interno della parafarmacia, dove lavora un farmacista, non si possano vendere i farmaci di fascia C. La differenza, quindi, la fa il luogo economico nel quale il professionista esercita la propria attività. Dobbiamo concludere che l’impasse, nella liberalizzazione della fascia C, derivi dal peso delle lobby, che tendono a mantenere lo status quo”.

 

 

Sergio Imolesi

Nel frattempo, è già stato presentato, in data odierna, un nuovo ordine del giorno sui farmaci di fascia C. Se ne ridiscuterà nel pomeriggio alla Camera. Chiosa Ruggiero: “Già in giornata sapremo qualcosa circa l’ammissibilità dell’istanza”.

Contestualmente, le sigle sindacali che rappresentano il mondo delle parafarmacie intendono lavorare anche su altri fronti: al Senato, innanzitutto, dove si spera di poter portare ulteriori emendamenti sulla fascia C, all’interno di un’eventuale manovra correttiva sull’attuale legge di bilancio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome