A Lidl Italia il Premio Good Egg per il benessere animale

Cresce il numero di aziende alimentari a livello globale, che riconoscono la necessità di migliorare pratiche e politiche in tema di benessere animale. Lo testimonia l’assegnazione dei Premi Benessere Animale 2018 di Compassion in World Farming (CIWF), la principale organizzazione internazionale a occuparsi esclusivamente della protezione e del benessere degli animali negli allevamenti, che ha consegnato a Parigi ben 59 riconoscimenti ad aziende alimentari, catene di supermercati e di ristorazione in tutto il mondo, tra cui Danone, Nestlé e Starbucks.

 

 

“Negli ultimi anni abbiamo assistito anche nel nostro Paese a progressi sempre più importanti in tema di benessere animale ed è estremamente incoraggiante vedere crescere il numero di aziende che considerano il benessere animale una parte integrante delle proprie politiche- ha dichiarato Elisa Bianco, responsabile del Settore Alimentare di CIWF in Italia. I nostri Premi rappresentano molto spesso il riconoscimento di un impegno pluriennale e siamo entusiasti di potere celebrare progetti così importanti. La filiera delle galline sta dimostrando, anche in Italia, che l’allevamento in gabbia rappresenta una pratica non adatta a rispondere alle richieste del mercato e dei consumatori e speriamo, come sta accadendo in altri Paesi, che anche le altre filiere possano trarre ispirazione per non investire in sistemi in gabbia che molto presto rischieranno di dimostrarsi inadeguati.”

La tendenza cage free, che negli ultimi due anni ha visto sempre più aziende eliminare le gabbie dalle proprie filiere di galline ovaiole ponendo le basi per un movimento globale che metta fine all’utilizzo di gabbie negli allevamenti, è infatti particolarmente sentita in Italia. Tra le aziende premiate a Parigi, sono stati consegnati due Premio Good Egg per le scelte a favore del benessere delle galline a Lidl Italia e Gruppo Sabbatani. Lidl Italia è stata premiata per l’impegno ad abbandonare, entro il 2019, le gabbie per le galline sia nella filiera di uova in guscio sia in quella delle uova utilizzate come ingrediente. Un impegno significativo perché Lidl è il primo supermercato in Italia ad avere un impegno pubblico completo che copra non solo le uova in guscio vendute ai propri clienti, ma anche quelle degli ovoprodotti usati nei prodotti a proprio marchio. Il Gruppo Sabbatani, produttore di circa 350 milioni di uova ogni anno, si impegna invece a eliminare le gabbie da tutte le proprie filiere produttive.

 

 

Latita, invece, il settore cunicolo italiano, a differenza della Francia dove cresce di anno in anno il numero di aziende che si impegna ad abbandonare le gabbie per l’allevamento dei conigli. Dei quattro vincitori di una Menzione d’Onore Good Rabbit di quest’anno, tre sono infatti aziende francesi (Danone ELN, Elior ed Eleveurs Responsables) e una belga (Sodexo).

A livello internazionale, i vincitori dei Premi 2018 dimostrano che l’interesse per il benessere animale è un tema trasversale che interessa ormai tutti i settori: 5 le aziende premiate nel settore della ristorazione, 6 le catene di supermercati, 19 le aziende del settore della produzione e della trasformazione e 29 le aziende cinesi.
Tra gli altri Premi consegnati, una menzione particolare va al vincitore del Premio Innovazione 2018, consegnato all’azienda tedesca Seleggt che ha sviluppato un sistema di identificazione del sesso dell’uovo prima della schiusa, fornendo una soluzione pratica all’abbattimento sistematico dei pulcini maschi nella filiera delle uova.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome