Limoni prova il suo B-Basic Beauty in un capannone a Granarolo (Bo)

Visite – Il gruppo sta testando in sicurezza un nuovo concept con un investimento di 400.000 euro. (Da MARK UP 188)

Registrati gratuitamente per scaricare il pdf con la versione completa dell'articolo >

1. Il focus principale è l'area ribassata del make up. La profumeria alcolica è a sinistra

2. Un negozio aperto, semplice, razionale ma non troppo, che non c'è

Dite la verità, è quello che avete sempre sognato: provare il nuovo format in un magazzino, lontano dagli occhi dei consumatori e dei concorrenti. Provare e testare senza tregua fino a quando sarete convinti che è tutto a posto: e allora via alle visite dei focus group dei consumatori, del personale, ecc.. Ma una simile opzione non è per tutti i giorni. Il fortunato in questione si chiama Carlo Gianuzzi, è Ad di Limoni (fondo Bridgestone), un passato nell’abbigliamento e nell’oreficeria. Osserviamo con calma il nuovo concept: Gianuzzi aspetta con altrettanta calma il nostro parere. Eccolo: B-Basic beauty è un negozio per tutti, poco segmentante, punta all’essenzialità (e nel settore ce n’è bisogno visto il giornaliero carnevale), invita alla ricerca ragionata in relax, fa parlare i prodotti e le marche ma senza eccessi, anche nella profumeria alcolica. Sembrerebbe quasi che il progettista e Gianuzzi abbiano studiato bene il supermercato e le profumerie di livello e abbiano saggiamente preso in considerazione i focus e i particolari migliori per dar vita a un’alternativa alle varie Sephora, ma anche ai vari Limoni...


Allegati

/wp-content/uploads/sites/3/2014/07/05_10_MKUP188_LayoutLimoni.pdf” target=”_blank”>188-MKUP-LayoutLimoni
di Luigi Rubinelli / maggio 2010

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome