L’olio extravergine finisce nel mirino?

Il prodotto italiano di alta qualità è finito al centro di una pericolosa campagna denigratoria, che rende ancora più complesso spiegarne reale valore e prezzo (da Mark Up 249 - 2016)

L’olio d’oliva italiano di alta qualità è un prodotto che, negli Stati Uniti, ha saputo farsi conoscere ed apprezzare dal consumatore americano, soprattutto grazie alla presenza sul territorio, ormai da parecchi decenni (in alcuni casi, parliamo di oltre un secolo) di diversi player di grandi dimensioni -da Berio a Colavita- che sono stati in grado di imporsi come marchi nazionali, e che oggi vengono riconosciuti sia nel mondo della ristorazione che nel canale della grande distribuzione organizzata come brand di riferimento del settore. E del resto è proprio il brand, e le caratteristiche di affidabilità e di qualità che riesce a trasmettere al mercato, il vero fattore di differenziazione per tutti i produttori di olio italiani, grandi o medi, che operano sul mercato Usa. Per le medie aziende, poi, insistere sulla qualità della propria produzione è l’unico modo, in gdo, per essere scelti dal consumatore locale. Le opinioni dei protagonisti.

10_GDOWEEK08_2016_CoverStory_Olio_int

No items found

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome