L’Oréal, risultati 2019: crescita record del fatturato

Migliore crescita del fatturato del decennio (+ 8,0%) e margine operativo record (18,6%). La forza del modello di business che copre l'intero mercato della bellezza, consente al Gruppo di continuare a raggiungere una crescita redditizia e sostenibile

Il Cda di L'Oréal si è riunito il 6 febbraio 2020, sotto la presidenza di Jean-Paul Agon e ha chiuso il bilancio consolidato e il bilancio dell'esercizio 2019.

 

 

“L'Oréal ha chiuso il decennio con il suo anno migliore per la crescita delle vendite dal 2007, con un + 8,0% like-for-like e un eccellente quarto trimestre, in un mercato della bellezza che rimane molto dinamico –ha dichiarato Agon commentando i risultati annuali.

 

 

Tutte le divisioni stanno crescendo. Le vendite di L'Oréal Luxe hanno superato gli 11 miliardi di euro, spinte dal forte dinamismo dei suoi quattro grandi marchi - Lancôme, Yves Saint Laurent, Giorgio Armani e Kiehl - che hanno registrato una crescita a due cifre. La divisione Active Cosmetics ha avuto il suo anno migliore in assoluto, con un fatturato di La Roche-Posay superiore a un miliardo di euro. La crescita della divisione prodotti di consumo è stata sostenuta da L'Oréal Paris, che ha avuto un anno eccezionale. Infine, la crescita è migliorata nella divisione prodotti professionali; il momento clou è stato l'esibizione a due cifre di Kérastase.

Le prestazioni per zona geografica sono state contrastate. I nuovi mercati hanno registrato la crescita più forte da oltre 10 anni . L'Asia del Pacifico è diventata la zona numero uno del Gruppo, con una notevole fine dell'anno in Cina, ma anche una buona crescita in Corea del Sud, India, Indonesia e Malesia. L'Europa orientale ha mantenuto un forte tasso di crescita e l'Europa occidentale è tornata alla crescita l'anno scorso. Il Nord America è stato influenzato dalla scarsa performance nel trucco.

E-commerce e Travel Retail, che sono anche potenti motori di crescita, hanno contribuito fortemente al successo del Gruppo. L'e-commerce è cresciuto in modo spettacolare del + 52,4% e rappresenta il 15,6% delle vendite. Travel Retail ha mantenuto un forte slancio e ha registrato una crescita del + 25,3% .

Il 2019 ha visto anche una buona crescita dei nostri profitti. La forte crescita delle vendite e l'aumento dell'utile lordo, uniti al minor peso delle spese operative, ci hanno consentito sia di investire di più nei nostri marchi sia di migliorare la nostra redditività.

Anche quest'anno, la forza del modello di business ben bilanciato di L'Oréal ha dato i suoi frutti. È la presenza universale di L'Oréal, che copre l'intero mercato della bellezza, combinato con i suoi team di talento in tutto il mondo, che consente al Gruppo di continuare a raggiungere una crescita redditizia e sostenibile, rafforzando ancora una volta la sua posizione di leader del mercato della bellezza.

Nel frattempo L'Oréal continua le sue iniziative per promuovere una crescita responsabile e sostenibile. Per il quarto anno consecutivo il Gruppo è stato riconosciuto tra i leader globali nella sostenibilità d’impresa dall’organizzazione no-profit internazionale CDP, il cui processo annuale di rendicontazione e misurazione ambientale è considerato il “gold standard” della trasparenza in ambito di sostenibilità aziendale. Il Gruppo si è aggiudicato un posto nella A List in tutte e tre le categorie del CDP, ovvero cambiamento climatico, sicurezza delle risorse idriche e foreste. Tra le 8.400 aziende analizzate L’Oréal è una delle uniche sei ad aver ricevuto quest’anno una A in tutte e tre le categorie ed è la sola ad aver ottenuto una tripla A per quattro anni consecutivi. Questo riconoscimento è il risultato delle ambiziose iniziative a lungo termine intraprese da L’Oréal per ridurre le emissioni di anidride carbonica, contrastare la deforestazione lungo la propria supply chain, migliorare la gestione delle risorse idriche e diventare un modello di leader della nuova economia sostenibile.

L'Oréal è stata anche riconosciuta, per la decima volta, come una delle società più etiche al mondo dall'Istituto Ethisphere. Infine, il Gruppo ha un ruolo importante nella parità di genere e la sua leadership in questo campo è stata riconosciuta da Equileap e Bloomberg.

Le prossime settimane saranno certamente una sfida per il popolo cinese nella sua battaglia contro l'epidemia di coronavirus, e vogliamo trasmettere la nostra più profonda solidarietà con loro. Ovviamente siamo pienamente di supporto e uniti con i nostri team cinesi e stiamo monitorando attentamente la situazione. Confidiamo che le autorità cinesi adottino misure efficaci e appropriate per contenere al meglio questa epidemia.

Questo contesto avrà un impatto temporaneo sul mercato della bellezza nella regione e quindi sulle nostre attività in Cina e Travel Retail Asia, anche se è troppo presto per valutarlo. Le esperienze che abbiamo avuto con situazioni simili in passato (SARS, MERS, ecc.) Mostrano che, dopo un periodo di disturbo, il consumo riprende più forte di prima. Pertanto, in questa fase, e supponendo che questa epidemia segua un modello simile, siamo fiduciosi nella nostra capacità di quest'anno di sovraperformare il mercato della bellezza e raggiungere un altro anno di crescita sia nelle vendite che nei profitti".

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome