Madel: packaging in plastica totalmente riciclabile per Winni’s

Le nuove buste pouch in polipropilene permettono un risparmio fino all’84% di plastica rispetto a un flacone di pari formato

È italiana la prima busta per detersivi realizzata in plastica monomateriale completamente riciclabile: è una pouch, messa a punto dalla romagnola Madel che, con il suo marchio Winni’s, compie un ulteriore passo verso un minore impatto ambientale nel mondo della detergenza della casa. L’azienda aveva già implementato da alcuni anni e per diversi prodotti le buste doypack (ecoformati pouch), che permettono un minore utilizzo della plastica. Oggi con il nuovo packaging si arriva a un risparmio fino all’84% di plastica rispetto a un flacone di pari formato. Gli Ecoformati Pouch sono disponibili per i formati da 1 litro e verranno introdotti entro la fine del 2020 anche nei formati da 1,5l e da 500ml.

 

 

Questo packaging innovativo studiato dal dipartimento di Ricerca&Sviluppo di Winni’s, è realizzato interamente in Polipropilene (PP) ed è in grado di garantire gli stessi standard qualitativi e la robustezza della versione precedente. Sia la busta sia il tappo, termosaldato, sono dello stesso materiale, così da rendere l’intera confezione completamente riciclabile nella plastica. Inoltre queste confezioni permettono un minore utilizzo di plastica rispetto ai flaconi di pari formato.

L’ecologia per Madel è un progetto globale, che parte dall’azienda e arriva al prodotto -spiega Mattia Testa, direttore tecnico dell’azienda- e l’implementazione di un packaging di così facile smaltimento nella plastica è un ulteriore passo avanti in questa direzione. Come marchio leader della categoria, siamo stati i primi a lanciarlo per i liquidi detergenti e questo non è che una delle novità in campo di packaging ecologico su cui stiamo lavorando”.

 

 

Prima di oggi, nel mondo della detergenza, gli ecoformati erano composti da 3 materiali, tra i quali il nylon a conferire robustezza. Questo materiale, però, causa rallentamenti e difficoltà in fase di riciclo della plastica.

L’impegno per la salvaguardia dell’ambiente è insito in ogni processo produttivo aziendale con attività che vanno dallo smaltimento differenziato dei rifiuti al riutilizzo degli scarti di produzione, sia plastici che liquidi, fino al riciclo dell’acqua calda proveniente dal processo industriale per riscaldare il reparto di produzione. Il sito produttivo, grazie all’impiego di un impianto fotovoltaico di 2.6 MW su una superficie complessiva di 58mila metri quadri e un cogeneratore di ultima generazione, che offre il suo contributo di 0.65 MW, è in grado di raggiungere così la completa autonomia elettrica. Anche l’illuminazione dell’azienda è sostenibile, grazie alla sostituzione di tutte le luci al neon con quelle al led, per un risparmio del 40%.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome