Mail Boxes Etc è uno dei due sostenitori, insieme a Nexive, di #Donafuturo, progetto promosso dall'Istituto italiano della donazione (IID)

Mail Boxes Etc è uno dei due sostenitori, insieme a Nexive, di #Donafuturo, asta benefica online promossa dall'Istituto italiano della donazione (IID). La seconda tranche dell'asta durerà fino all’11 ottobre. IDD trasforma gli oggetti acquistati e mai reclamati dai proprietari, da giacenze di magazzino destinate al macero in prodotti di alto valore sociale.

 

 

Dopo il primo lancio a luglio, che ha visto assegnati i primi 30 prodotti, l'asta riprende in concomitanza con il lancio della campagna nazionale di IID supportata da numero solidale, grazie al contributo di Nexive e il supporto di Mail Boxes Etc., che massimizzerà la visibilità dell'iniziativa coinvolgendo la quasi totalità dei suoi 550 Centri Servizi sul territorio nazionale.

 

 

Ogni settimana verranno messi all'asta sul canale eBay Beneficenza oltre 40 nuovi prodotti, per un totale di quasi 200 articoli, dall'accessorio di moda ai dispositivi elettronici o per la casa, con una base d'asta pari a metà del valore di mercato dell'oggetto a cui viene data una seconda chance di vita, peraltro associata ad una buona causa.

"La collaborazione con Nexive dura da almeno 5 anni - spiega Giuseppe Filosa, country manager Mbe Italia - e negli ultimi due si è andata rafforzando da quando Nexive ha deciso di investire fortemente nel mondo delle spedizioni parcel, destinate soprattutto al mercato eCommerce, e ha trovato nella Rete Mbe il giusto partner. Da tempo siamo focalizzati su questo segmento di mercato. Dare soluzioni e servizi su misura mettendo sempre le persone al centro è la mission alla base della filosofia Mail Boxes Etc.".

Il ricavato dell'asta solidale sostenuta da Nexive e Mail Boxes Etc., con Fargrafica partner tecnico per la produzione dei materiali informativi, sarà interamente devoluto a #Donafuturo2020: la campagna di raccolta fondi promossa da Istituto italiano della donazione (IID) che quest'anno sostiene Aisla (Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica e il progetto Quattro ruote e una carrozza volto a tutelare il diritto alla mobilità di persone con Sla.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome