Manager e personal branding: un driver di reputazione da sfruttare

Secondo il 70% dei manager intervistati dall'indagine di ComTalks manca la giusta alleanza con l'azienda per capitalizzare il loro ruolo esternamente

Il World Economic Forum aveva stimato che il 25% del market value di un’azienda fosse da ricondurre alla reputazione, un dato che nel contesto attuale ha tutta l'aria di dover essere rivisto a rialzo. Il personal branding delle figure manageriali, in questo senso, rappresenta una leva della reputazione sempre più interessante per le imprese, complice innanzitutto il mondo dei social.

 

 

Ma a che punto sono le imprese su questo fronte? Secondo il 70% dei manager manca ancora un’alleanza sinergica su questo fronte. A rilevarlo è un'indagine di ComTalks, che svela come il 57% dei professionisti intervistati sarebbe contento di diventare un brand ambassador digitale della propria azienda e l’82% ritiene comunque importante costruire un proprio profilo professionale online in modo indipendente dal ruolo ricoperto in azienda. Tuttavia, secondo la maggior parte degli stessi (70%), solo alcune imprese hanno iniziato un cammino per valorizzare la figura del "personal brand ambassador", soprattutto le multinazionali e le grandi aziende.

 

 

Per individuare da un lato le ragioni che frenano le aziende dall’adottare programmi di brand ambassador per i manager e, dall’altro, le strategie di comunicazione e i criteri con cui misurare azioni efficaci di employee advocacy, mercoledì 21 ottobre alle 18.30 su comtalks.it andrà in onda il primo evento in live streaming organizzato dalla business community nata durante il lockdown su impulso dell'agenzia Competence e dedicata alla "reputation economy" (ad oggi sono 400 i manager iscritti). Moderati da Lorenzo Brufani, cinque diversi senior manager si confronteranno sul rapporto tra personal branding e corporate reputation, ovvero: Cetti Galante, Ad Intoo (Gi Group); Cristina Lazzati, direttore responsabile Mark Up e Gdoweek; Fabio Silo, Ceo Affidea Italy; Emanuele Castellani, Ceo Cegos Italy & Cegos Apac; Luca Trevisan, Direttore Risorse Umane Contship Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome