Med-El sensibilizza su prevenzione e cura della sordità

I controlli dell’udito come salvaguardia dall’ipoacusia, sin da bambini, con un 60% di ipoacusie infantili legate a fattori prevedibili.

Med-El, player internazionale nel campo degli impianti per l’udito, ha lanciato una campagna di sensibilizzazione sulla prevenzione e cura della sordità. Lo ha fatto attraverso un video emozionale che spiega l’importanza dell’ascolto, e dunque dell’udito, nella quotidianità e nella costruzione della nostra rete di relazioni sociali. La prevenzione deve interessare ogni fase della vita, a partire dall’infanzia: se non trattata in giovane età, la sordità influisce sullo sviluppo della parola, sull’apprendimento e sulla comunicazione verbale del bambino, limitando il suo livello intellettuale e psicosociale.

 

 

Secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, nel mondo, 34 milioni di bambini sotto i 15 anni sono affetti da sordità disabilitanti e il 60% delle ipoacusie infantili sono dovute a cause e fattori prevedibili. L’ipoacusia è il terzo disturbo più diffuso tra la popolazione adulta mondiale.

 

 

“Il trattamento dell'ipoacusia può aiutare sia le persone più anziane a restare attive sia i bambini a sviluppare appieno le proprie capacità comunicative e cognitive – puntualizza Ingeborg Hochmair, ceo di Med-El -. La diagnosi precoce, insieme alla valutazione della soluzione tecnologica più appropriata, possono fare la differenza, portando notevoli benefici al paziente.”
Frequenti e regolari controlli dell’udito, insieme ad una giusta valutazione, permettono di identificare la soluzione tecnologica più appropriata per trattare i diversi tipi di sordità, riducendo i rischi di disabilità e migliorando la qualità della vita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome