Misure urgenti per il contenimento della pandemia

Fino al 24 novembre stop alle ore 18:00 per ristoranti, bar, pub, pasticcerie e gelaterie. Promesse nuove misure di sostegno economico

Il crescere del contagio ha spinto l’intero Governo, in sintonia con il Presidente della Conferenza delle regioni e delle provincie autonome, a decretare nuove misure restrittive per le attività individuali e commerciali. Diverse le raccomandazioni che mitigano gli obblighi che comunque risultano fortemente incidenti su alcune attività economiche.

 

 

  • Per quanto riguarda la ristorazione la stretta è importante. Nel dettaglio:
    Le attività dei servizi di ristorazione fai i quali bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie sono permesse dalle 5:00 alle 18:00.
  • Il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone salvo che siano tutte conviventi.
  • Dopo le 18:00 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico. Questi divieti non sono in essere negli alberghi e nelle strutture ricettive limitatamente ai clienti che vi soggiornano.
  • È consentita fino alle ore 24:00 la ristorazione con asporto e consegna a domicilio.
  • Per i locali pubblici e gli esercizi commerciali è obbligatorio l’esposizioni in ingresso di un cartello che indichi il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale.
  • Per il commercio rimangono valide le misure in essere pre Dpcm 24/10/2020

Diverse le altre limitazioni tra cui la chiusura di teatri, cinema e sale da concerto, restano aperti a musei. Sono sospese le attività nei parchi tematici e divertimento, eventi e competizioni sportive tranne quelle di interesse nazionale, attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali con alcune eccezioni. Chiudono sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò. Sono sospesi i convegni, i congressi e altri eventi come le fiere internazionali.

 

 

Viene implementata la didattica a distanza (Dad) al 75% e introdotto lo smart working nella Pa con raccomandazione di applicarlo anche nel settore privato.

Parallelamente sono allo studio misure di ristoro economico per le categorie maggiormente colpite attraverso bonifico bancario direttamente sul CC degli interessati dalla Agenzia delle Entrate. Sono previsti:

  • Nuovi contributi a fondo perduto.
  • Credito di imposta per gli affitti commerciali nei mesi di ottobre e novembre c.a.
  • Cancellata la II rata Imu del 16 dicembre 2020.
  • Con fermata la cassa integrazione.
  • Indennità mensile una tantum per i stagionali del turismo, dello spettacolo, lavori intermittenti dello sport.
  • Misure si sostegno per la filiera agroalimentare che termina sulla ristorazione colpita dalle nuove misure.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome