Nascono i distributori automatici di snack al 100% biologici

Il biologico entra nella distribuzione automatica con le nuove Bio Machine lanciate da Bio4U in collaborazione con Bioera, che offrono un assortimento di prodotti al 100% biologici. Il progetto, in fase di sperimentazione con 7 esemplari installati a Bologna, nasce a seguito di un’indagine sui consumatori promossa dall’azienda, che ha rilevato l’interesse degli italiani nei confronti dell’alimentazione sana in modalità prêt à mager.
Offerta
I marchi sono gli stessi attualmente distribuiti attraverso il canale retail, come Kì, Rapunzel, Allos e Rice&Rice, ma con il vantaggio di una disponibilità 24 ore su 24, che punta a coprire il segmento della pausa. Tra i prodotti barrette, merendine, ma anche bevande fresche ed acqua.
Target
Il progetto si rivolge alle aziende e alle amministrazioni pubbliche e private che intendano offrire l’opzione bio per soddisfare le esigenze dei propri dipendenti e del pubblico in generale. In particolare, secondo i dati di mercato, le location con maggiore potenziale d’acquisto sono le seguenti: uffici, scuole e università, palestre, stazioni e aeroporti, cinema e centri commerciali, ospedali.
Il target ideale identificato dall'indagine coincide con il 42% della popolazione che già oggi acquista abitualmente prodotti bio ed è già familiare, in generale, con l’utilizzo di distributori automatici. Si tratta prevalentemente di uomini (56% rispetto al 44% delle donne), con prevalenza della fascia di età 35-54 anni (55%). Tuttavia, la forte capacità di attrazione del concept estende in misura significativa gli acquirenti potenziali.
Sviluppo
Dopo questa prima fase pilota della durata di 6 mesi, che ha scelto la città con il più alto consumo di cibo biologico (quasi 14€/m²) il progetto punta ad espandersi ad altre località dell’Emilia Romagna, per arrivare poi a tutto il territorio italiano.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome