Assunti 186 under 30 e attivati 80 stage in Italia nel 2020. A livello europeo offerti 450.000 posti di lavoro o esperienze formative

Nestlé offrirà, da qui al 2025, 1.450 assunzioni dirette e 1.400 stage in Italia, che diventano 40.000 nuove opportunità se si sommano Europa, Medio Oriente e Nord Africa. Secondo gli ultimi dati Eurostat, la pandemia da Covid19 sta contribuendo a incrementare la disoccupazione giovanile, con più di 3 milioni di ragazzi senza lavoro in tutta Europa.

 

 

Anche quest’anno Nestlé ha proseguito con il suo impegno a sostenere concretamente i ragazzi, assumendo ad oggi più di 180 giovani con meno di 30 anni, attivando 80 stage nelle diverse sedi del Gruppo e avviando programmi di collaborazione con nuove società (startup) e giovani imprenditori.

 

 

"Da tempo offriamo opportunità a ragazze e ragazzi attraverso assunzioni, stage, attività formative e orientamento al lavoro -conferma Marco Travaglia, Presidente e amministratore delegato Gruppo Nestlé Italia e Malta-. Mai come quest’anno, però, abbiamo imparato quanto i giovani possano interpretare un ruolo importante nelle nuove sfide che ci attendono. Questa pandemia continua a esercitare un forte impatto sulle nostre esistenze: ci costringe a cambiare radicalmente il nostro modo di lavorare e di vivere nella società. In questo nuovo scenario i giovani dovranno essere protagonisti. Per questo motivo, come Gruppo Nestlé, siamo determinati a offrire il supporto necessario per contribuire a evitare una generazione lockdown e favorire il loro sviluppo e le loro iniziative".      

I programmi di Nestlé a sostegno dei giovani ruotano intorno al progetto Nestlé Needs YOUth, inaugurato nel 2013, primo programma di educazione e formazione lanciato da un’azienda a livello globale con l’obiettivo di contrastare la disoccupazione giovanile e dare accesso a opportunità economiche a 10 milioni di giovani in tutto il mondo entro il 2030. L’iniziativa poggia su quattro pilastri: inserimenti diretti, stage e tirocini, attività di formazione e di orientamento al lavoro, e coinvolgimento di aziende nel progetto Alliance4YOUth, di cui Nestlé è membro fondatore e che finora, a livello europeo, ha offerto 450.000 posti di lavoro o esperienze formative, di cui circa 22.000 grazie a Nestlé.

Presente in 187 Paesi con più di 2.000 marche tra globali e locali, Gruppo Nestlé è in Italia con Nestlé Italiana, Sanpellegrino, Purina, Nespresso, Nestlé Nutrition e Nestlé Health Science, Nestlé Professional e CPW. Queste realtà impiegano complessivamente circa 4.700 dipendenti in 10 stabilimenti (oltre alla sede centrale di Assago), raggiungendo nel 2019 un fatturato totale di 1,6 miliardi di euro. In Italia, nel 2018, Nestlé ha prodotto un valore condiviso di 3.649 milioni di euro, pari allo 0,2% del Pil. La filiera produttiva comprende il 74% di fornitori italiani.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome