Omlèt, il modo Aia per dire “frittata”

Una soluzione pronta per agevolare il consumatore che non ha tempo da dedicare alla cucina. Due le varianti già a scaffale

Rapidità e comodità unite insieme, con il supporto del valore del marchio e della sua garanzia, sono i punti di forza di Omlèt, la frittata pronta firmata Aia studiate appunto per offrire una soluzione per il pasto rivolta a chi cerca un’alternativa pratica e veloce.

 

 

Dietro allo studio della referenza, progettata nei reparti di Ricerca e Sviluppo dell’azienda, vi è una strategia precisa: “Aia è da sempre la specialista delle uova 100% italiane e ha l’obiettivo di portare novità rispondendo alle esigenze dei nuovi mercati con uno sguardo alla tradizione della cucina italiana -spiega Federico Malacrinò, responsabile Mercato Uova- Nel comparto dei prodotti elaborati a base d’uovo, Omlèt è realmente innovativo. Siamo partiti con due referenze, ma i nostri reparti stanno studiando nuove varianti”.

 

 

Quel nome “un po’ così”

Omlèt - cotta al forno, non fritta - è disponibile  nel formato da 180 g con le varianti prosciutto cotto e formaggio e spinaci e formaggio. La frittata, preparata con uova 100% italiane da filiera controllata Aia, è un prodotto “giusto” dal nome “volutamente sbagliato”: è pronta in due minuti di microonde o in quattro di padella. In merito proprio al naming: “Visto che la frittata è un piatto semplice da preparare in casa, abbiamo voluto giocare sul nome proponendone uno di fantasia facilmente memorizzabile”.

Il packaging esprime i tre punti di forza della referenza Omlèt: il gusto, la velocità di preparazione e l’italianità. Sulla confezione sono infatti rappresentati gli ingredienti principali delle frittate e le indicazioni sui tempi di cottura. Non manca l’ironia: “Per fare una frittata, non si devono per forza rompere le uova”.

Omlèt è dedicata principalmente alla gdo e al canale normal trade su tutto il territorio nazionale, “Grazie anche alla nostra logistica che rappresenta un punto di eccellenza e forza dell’azienda”.

Per supportare il lancio del nuovo prodotto, Aia ha utilizzato una strategia digital con la creazione di contenuti dedicati ai Social Media maggiormente utilizzati, Facebook, Instagram e Youtube. “L’obiettivo -completa Malacrinò- è di valorizzare l’Omlèt, il gusto e la loro facilità di preparazione tramite diversi video e influencer”.

Alle spalle di una buona frittata

Il progetto Omlèt nasce grazie alla forza di un Gruppo che da sempre controlla tutta la filiera, dalla produzione dei mangimi sino ai prodotti finiti, in equilibrio tra innovazione e tradizione. “Tutto ciò ci rende -completa il responsabile- ‘La Cucina più Grande d’Italia’, sinonimo di autenticità e italianità. Grazie al lavoro delle nostre persone e ai rigidi controlli di qualità, ogni giorno assicuriamo ai nostri clienti un prodotto fresco, sicuro e soprattutto buono”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome