Osservatorio Crif sulle carte di credito: Pos e carte opzione i favoriti dagli italiani

Boom delle pagamenti con carta di debito attraverso Pos nei punti di vendita, con incremento del numero delle transazioni. Calo per le carte di credito
Il 15mo Osservatorio Crif sulle Carte di Credito fotografa un andamento della diffusione dello strumento elettronico che segue sostanzialmente quello della congiuntura economica in termini di macrotrend. Tuttavia, entrando nel dettaglio, si riscontrano dinamiche differenziate.
Si assiste anche in Italia ad un'evoluzione culturale nell'uso degli strumenti elettronici di pagamento anche se con ritardo rispetto agli altri Paesei Europei. L'assegno vale solo il 4% dei pagamenti in contanti mentre il bonifico bancario mantiene una posizione signficativa con il 55% delle operazioni effettuate nel 2016.
Ma il vero boom è la crescita delle carte di debito su Pos che è incrementato del 150% nell'ultimo anno. Questo è dovuto a tre fattori: la diffusione e la maggiore disponibilità del Pos nei punti di vendita, la tecnologia contactleess che favorisce la transazione e la crescita della confidenza del consumatore per questo strumento.
Le carte di credito hanno invece un andamento negativo nella diffusione, con una contrazionbe del 2% nonostante le carte attive siano aumentate con una crescita stabile delle transazioni pari al 9,8%. Cresce senza sosta il numero delle transazioni con le carte prepagate, strumento ritenuto sicuro dal consumatore. Quest'ultimo predilige comunque il contante come confermato dal dato di crescita del 5% dell'approvvigionamento del cash. Un trend positivo rispetto al self service (cash dispenser), negaivo rispetto allo sportello. Il tasso di sofferenza è in fase di stabilizzazione per le carte rateali (6,9%) , anche grazie all'introduzione di politiche di concessioni più accorte. Un dato stabile che ha nel sud Italia il bacino di utenza più critico. Il Nord Ovest è l'area che assorbe il numero maggiore di carte a saldo dell'intero territorio nazionale.
Le carte opzioni sono quelle che registrano il maggiore interesse del consumtore. Con questo strumento è possibile decidere al momento dell'acquisto se effettuare il pagamento in un unica soluzione con addebito immediato, oppure rateizzare il pagamento. L'andamento delle carte opzioni rateali è meno altalenante del mercato del credito al consumo ed è meno sensibile al cambio di contesto macroeconomico. Il consumatore preferisce la carta opzione rispetto alla tradizionale revolving. Le carte proposte online sono in numero molto limitato, relegando il canale elettronico ad un ruolo marginale. Le carte rateali sono utilizzate prevalentemente nei punti di vendita fisici.
Rispetto al target di utenza un dato su tutti: i millennials tendo a sostituire il contro corrrente con una carta di debito. Questo perché i servizi associati sono in aumnto e così la felssibilità. Proprio questi ultimi aspetti vanno a deperimento della diffusione della carta di credito.
No items found

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome