Osservatorio Findomestic: avanti piano, ma in rallentamento

Rispetto all’ultima rilevazione, il sentiment degli italiani circa la situazione del Paese migliora. Non uguale ottimismo per la propria situazione personale
I dati dell’Osservatorio Findomestic offrono periodicamente una fotografia significativa degli andamenti dei consumi dei beni durevoli in Italia. L’ultima rilevazione di gennaio 2016 mette in evidenza la buona salute di diversi mercati anche se i trend non sono ugualmente favorevoli. Il mercato dei veicoli registra nell’acquisto di auto nuove, mese su mese, un incremento dell’1,5%, passando dal 11% al 12,5% per una spesa media di 19.152 euro. Cresce anche il mercato della auto usate dello 0,4%. In salita anche i motocicli (da 4,9% a 5,9% per 2.523 euro per unità).
Un altro dato positivo è quello della vendita dei Pc e accessori che segna un +1,4% con una spesa media di 550 euro. Anche gli elettrodomestici sugli scudi: tutti i settori in crescita, dai grandi elettrodomestici (+1,0%) ai piccoli elettrodomestici (+1,7%) all’elettronica di consumo (+0,1%).
Un dato particolarmente interessante è quello dell’efficienza energetica in cui gli impianti fotovoltaici aumentano il mercato dell’1,1% per un controvalore di spese di 5.610 euro. Crescono anche gli impianti solari-termici (+0,4%), le caldaie a risparmio energetico (+0,9%) e i serramenti (+0,4%). Per quanto riguarda il tempo libero, aumenta il mercato delle attrezzature e abbigliamento (+0,6%) e dei viaggi e vacanze (+2,7%).
Cosa non va
Dopo anni di crescita tumultuosa, il mercato degli smartphone e tablet ha raggiunto la maturità e segna un -1,1% per la telefonia, -0,7% per i tablet e -0,4% per la fotografia. Anche il mercato dei mobili flette ma solo dell 0,2% come le attrezzature per il fai da te in egual percentuale.
Findomestic_2
No items found

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome