Parmigiano Reggiano, approvato il bilancio preventivo 2020

Nel corso dell’Assemblea Generale dei Consorziati, il presidente Nicola Bertinelli ha fatto il punto sullo stato di salute della filiera del Parmigiano Reggiano

Nel 2020 si prevede un moderato incremento della produzione di Parmigiano Reggiano che porterà il numero delle forme a quota 3,78 milioni. Un dato che si riflette nel Bilancio Preventivo 2020 - approvato nel corso dell’Assemblea Generale dei Consorziati - che prevede la cifra record di 41 milioni di euro di ricavi totali (contro i 38,4 del 2019) e 27 milioni di euro (contro i 22,4 milioni del preventivo 2019) destinati a investimenti promozionali per lo sviluppo della domanda in Italia e all’estero.
“Nel 2020 – ha affermato Nicola Bertinelli, presidente del Consorzio – avremo a disposizione oltre 41 milioni di euro per sostenere il mercato e creare nuovi sbocchi di domanda. Affinché la filiera del Parmigiano Reggiano si posizioni su una traiettoria di crescita forte e di lungo periodo dobbiamo investire in comunicazione sia in Italia sia all’estero per sottolineare ulteriormente i plus di prodotto: dalla naturalità del Parmigiano Reggiano alle sue biodiversità, passando per le lunghe stagionature”.
Tra le novità per il Consorzio c’è il lancio del nuovo sito web che, già dai primi mesi del 2020, metterà a disposizione dei consorziati una piattaforma di marketplace con l’obiettivo di incrementare le vendite dirette dei caseifici.
Un’importante voce del Bilancio Preventivo 2020 è, infine, rappresentata dai 500 mila euro stanziati per azioni legali di tutela del marchio all’estero, una materia che diventa sempre più strategica per il Consorzio che sta investendo risorse ed energie affinché il termine parmesan diventi sinonimo di Parmigiano Reggiano.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome