Parmigiano Reggiano: il nuovo storytelling è all’altezza del prodotto?

Nel nuovo spot firmato Casiraghi Greco& si raccontano tutte, ma proprio tutte, le caratteristiche uniche della Dop con tono pseudo ironico

Il Consorzio del Parmigiano Reggiano punta su un nuovo storytelling per il prodotto, che nel linguaggio e nei toni cerca di uscire dalla classica retorica della "Dop italiana unica al mondo". L'idea, come si può constatare guardando lo spot sopra, è di condensare in un breve racconto tutte le caratteristiche qualitative uniche del prodotto, usando un mix di tono ironico e volti noti come Carlo Cracco.

 

 

Il claim in chiusura è: "Quello vero è uno solo", messaggio che si riaggancia al tema d'apertura del video, dove si sottolinea come Parmigiano Reggiano sia il più imitato di tutti. Un progetto con investimenti importanti e diversificati che vanno dalla tv al digital, passando per i branded content.

Come spiega lo stesso presidente del Consorzio Nicola Bertinelli: “Il Parmigiano Reggiano non è solo un formaggio: è un perfetto alleato per la salute e il benessere psicofisico, un modello di sostenibilità, un campione di biodiversità, un lifestlyle brand". Naturalità, artigianato, biodiversità e benessere animale: sono almeno 4 i valori che si punta a veicolare contemporaneamente in un solo spot.

La scelta di storytelling, a opinione di chi scrive (un'emiliana Dop - target millennial), non è tuttavia all'altezza del prodotto, che vanta davvero tutte le caratteristiche sopra menzionate e che invece dai toni ironici medio-borghesi risulta un po' svilito. Parliamo di un formaggio che per eccellenza di materia prima e processo produttivo merita un posizionamento premium-lusso, superiore al livello "gdo" (dove troppo spesso è stato sottostimato nel prezzo).

La decisione di uscire dagli schemi del racconto classico della Dop (certificazione che non è menzionata nello spot) è sicuramente comprensibile. Il problema, però, come diciamo sempre, è la forma: ovvero riuscire a farlo comunicando e non semplicemente informando (tra le due cose c'è una differenza immensa). Elencare tutti i propri valori velocemente e in modo incalzante, nonché con il linguaggio sopra menzionato, non ci sembra una chiave efficace, soprattutto se l'intento è quello di parlare a giovani che hanno una soglia di attenzione irrisoria nei confronti delle pubblicità.

In caso i responsabili della campagna e del marketing volessero offrire un commento in merito siamo pronti naturalmente a pubblicarlo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome